alpadesa
  
Flash news:   Ruba due costosi notebook in Via Nazionale Torrette, denunciato 60enne Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’ Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Roghi agricoli in Irpinia, altre otto persone denunciate dai Carabinieri: interventi anche a Mercogliano Novellino: «vedo il bicchiere pieno» L’Avellino strappa il pari in extremis contro il Venezia con D’Angelo. FOTO Così non va – Palazzo fatiscente e incuria: cittadini chiamano i Vigili del Fuoco Nell’anticipo del Manuzzi i lupi cadono con il Cesena

Centro Antiviolenza al Campanello: assistenza psicologica, legale e lavorativa per le donne vittime di abusi

Pubblicato in data: 16/2/2016 alle ore:10:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

centro antiviolenza_4 Assistenza psicologica, legale e lavorativa per le donne vittime di violenze domestiche: diventa realtà il Centro Antiviolenza dell’Ambito di Zona Sociale A02. Il servizio, ospitato presso i locali del Centro Campanello di via Nazionale a Torrette di Mercogliano dallo scorso 9 dicembre, è stato presentato ufficialmente alla cittadinanza nel pomeriggio di ieri alla presenza delle diverse figure professionali che si occupano del delicato servizio, totalmente gratuito, a sostegno delle donne vittime di violenza appartenenti ai comuni di Contrada, Forino, Monteforte Irpino, Ospedaletto d’Alpinolo, Sant’Angelo a Scala, Summonte e, naturalmente, dall’ente capofila Mercogliano. «Un servizio che va ad integrarsi a quelli già offerti sul territorio comunale e che mira ad ampliare le sinergie con gli altri enti ognuno per il proprio ruolo – afferma il presidente d’Ambito Giacomo Dello Russo -. Ci auguriamo che si possa consolidare e riconfermare anche per il prossimo anno grazie ai fondi regionali». Al momento, infatti, il progetto, finanziato con Fondi Fua per 24 mila euro, ha scadenza il 16 novembre ed è attivo cinque giorni a settimana: lunedì e martedì dalle 16 alle 18 e dal mercoledì al giovedì dalle 10 alle 12. Presenti quotidianamente la coordinatrice Romina Amicolo, la psicologa Daniela Cucciniello, l’assistente sociale Carmela Grimaldi, l’avvocato De Angelis e la volontaria del Centro Italiano Femminile Filomena Sacco. «Il duplice obiettivo cui miriamo è lavorare per una maggiore prevenzione e informazione – interviene il presidente della Cooperativa La Goccia di Avellino, Rosario Pepe – in modo da creare una rete di servizi in grado di accompagnare una donna in difficoltà in tutto il percorso che va dalla presa di coscienza del pericolo e alla reazione ad esso. Per questo sarà importante coinvolgere anche le scuole». Il primo passo è individuare, grazie al supporto delle diverse Istituzioni coinvolte nel protocollo d’intesa (Asl, Tribunale, Comando Provinciale dei Carabinieri, Provveditorato agli Studi e Questura) le situazioni familiari a rischio: «è essenziale che la Regione approvi il disegno di legge relativo al riconoscimento del codice rosa nei pronto soccorso – sottolinea Amicolo – al momento diverse regioni italiane si sono portate al passo con la normativa nazionale, la Campania purtroppo è ancora indietro». Parallelamente le donne vittime di violenze hanno un supporto psicologico e legale, una consulenza per orientamento al lavoro nonché un luogo sicuro in cui alloggiare: «Il tutto è tutelato dalla privacy e dall’anonimato – sottolinea l’avvocato De Angelis –. Siamo qui proprio per dare un sostegno legale pieno e soprattutto che proceda senza intoppi di alcun tipo». Attivo il numero di telefono 0825682501 e il sito web www.centro-antiviolenza.it.
centro antiviolenza
FdL

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche AtripaldaNews.it