alpadesa
  
Flash news:   Politiche 2018, domenica D’Agostino fa tappa a Mercogliano Furto di gas, 40enne denunciata dai Carabinieri L’Avellino cade a Venezia Chioschi di Montevergine, nuovo appello dei commercianti: “Sanare l’abusivismo e riqualificare i box fatiscenti, così stiamo morendo” Distretto Turistico del Partenio, Giuditta: “Montevergine fulcro del rilancio locale”. Matera: “Più attenzione alle aree interne” Parco urbano, ingiunzione all’ente da 75mila euro. Iandolo: “Viale colabrodo da anni, ora oltre al danno anche la beffa”. Napolitano: “Decreto già impugnato, a breve avvieremo azione risarcitoria” Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime La proposta di Ferraro: “L’ente stipuli un accordo territoriale per canoni di fitto concordati, misura a favore delle famiglie e contrasto dei fitti sommersi” A Lumanera, causa maltempo festeggiamenti rinviati a domani Sacripanti: “La Coppa Italia ondata di emozioni molto grande che dovremo essere abili a gestire”

Conto Consuntivo 2016, Poerio evidenzia: “Sempre più debiti e meno servizi ai cittadini”

Pubblicato in data: 17/5/2017 alle ore:10:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

“Anche quest’anno si evidenzia col Conto Consuntivo 2016 una situazione, purtroppo, similare nelle sue parti più negative. Difatti basta verificare ( cosa facilmente riscontrabile ) che si è fatto ricorso all’anticipazione di tesoreria per l’importo di circa 1.253.636,78  euro. Tale cifra è servita al pagamento delle spese correnti che avrebbero dovuto, altrimenti, essere pagate con entrate proprie.  La quota relativa agli oneri finanziari per ammortamento prestiti e  rimborso degli stessi è in continuo aumento, infatti come si rileva dalla tabella esposta all’interno della relazione dell’organo di revisione l’incidenza passiva è cresciuta negli ultimi due anni da euro 637.393,46 a euro 779.376,59.  Questa continua crescita dell’indebitamento da un lato comporta una minore capacità di spesa e quindi l’impossibilità di erogare servizi,  dall’altra un lento precipitare verso un rischio concreto di default finanziario. Si sono avute nuovamente spese ingenti per sentenze esecutive e incarichi legali per circa 240.000,00 euro. Sarebbe opportuno, così come evidenziato dal revisore dei conti,” effettuare un monitoraggio semestrale delle pendenze legali”,onde prevenire per tempo le conseguenze di eventuali esiti sfavorevoli così come accaduto nel 2015 prima e nel 2016 poi.  Non ci sono stati recuperi significativi per quanto concerne l’ evasione fiscale che già l’anno scorso toccava il 36%. Dalla gestione della società partecipata non emerge alcun riscontro positivo per il bilancio comunale. Non emergono, infatti, movimentazioni né debitorie, né creditizie per l’Amministrazione. Inoltre, non è stato reso noto il bilancio 2016. Si ipotizzano,inoltre, perdite notevoli dopo l’Ordinanza Sindacale  n. 35 del 5/12/2016 con la quale si disponeva la chiusura della struttura natatoria comunale. Qual è il futuro della società e cosa questa Amministrazione intende fare? Sparendo, da luglio, per legge Equitalia che capacità di riscossione e quali strumenti l’Amministrazione pensa di mettere in campo affinchè il fondo crediti di dubbia esigibilità diminuisca e quindi di conseguenza garantire una capacità di spesa che consentirebbe di offrire maggiori servizi ai cittadini?Viceversa la lettura di questo dato in aumento rispetto all’anno scorso non può far altro che paralizzare l’attività amministrativa già in affanno. E ancora :cosa si pensa di fare con i famosi parchimetri belli e impacchettati da mesi? E per l’alienazione dei beni come si intende procedere? Su cosa si vuole puntare l’attenzione per far cassa? I mancati  oneri di urbanizzazione , come già evidenziato l’anno scorso, contribuiscono pesantemente sulle casse comunali per la manutenzione delle zone interessate alle lottizzazioni. Pertanto, anche quest’anno, il conto consuntivo, pur presentando, apparentemente, un avanzo di amministrazione, derivante da una gestione contabile positiva dei residui attivi, evidenzia nuovamente delle situazioni di grossa sofferenza. E’ necessario, quindi, una valutazione prudente e molto attenta delle criticità che si possono prospettare nel lungo termine. In conclusione, appare chiaro che il conto consuntivo 2016 rappresenta un riepilogo negativo di un’attività amministrativa superficiale e deficitaria e molto poco attenta alle reali problematiche in cui l’Ente versa. Comunque così come il bilancio di previsione  ricalcava quello dell’anno precedente, allo steso modo il conto consuntivo 2016 sembra la copia conforme di quello dello scorso anno. Dunque, nulla di nuovo all’orizzonte! Per le considerazioni fin qui esplicitate, esprimo parere negativo”.     

Il capogruppo  “L’Altra Mercogliano” Maddalena Poerio

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche AtripaldaNews.it