Flash news:   Ruba due costosi notebook in Via Nazionale Torrette, denunciato 60enne Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’ Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Roghi agricoli in Irpinia, altre otto persone denunciate dai Carabinieri: interventi anche a Mercogliano Novellino: «vedo il bicchiere pieno» L’Avellino strappa il pari in extremis contro il Venezia con D’Angelo. FOTO Così non va – Palazzo fatiscente e incuria: cittadini chiamano i Vigili del Fuoco Nell’anticipo del Manuzzi i lupi cadono con il Cesena

Musica contro la fibrosi cistica lunedì al Loreto nel ricordo di Rosa Pastena, la sorella Teresa: “Grazie ai fondi sarà possibile curare la malattia”

Pubblicato in data: 8/7/2017 alle ore:07:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Musica e solidarietà all’Abbazia di Loreto nel ricordo di Rosa Pastena, la 39enne di origini mercoglianesi malata di fibrosi cistica deceduta lo scorso febbraio in Inghilterra. All’indomani della sua scomparsa, e come sua ultima volontà, la sorella Teresa ha, infatti, deciso di avviare la più grande campagna di raccolta fondi, la «Task Force for Cystic Fibrosis», che ha già superato quota 25mila euro, volta a sostenere la ricerca per trovare una cura alla più diffusa delle malattie genetiche gravi che colpisce, in maniera particolarmente aggressiva, l’apparato respiratorio e digestivo. In Italia, infatti, ogni anno, sono oltre 200 i bambini che nascono affetti da questa malattia genetica ereditaria e che, grazie ai progressi della scienza, hanno visto aumentare la propria prospettiva di vita da 6 a 40 anni. «Rivolgo il mio appello sia ai singoli cittadini ma anche a tutte le aziende, locali e non, affinché si continui a sostenere la ricerca sulla fibrosi cistica e – afferma Teresa Pastenatrovare una cura entro due anni perché è possibile curare questa malattia e migliorare le aspettative e le condizioni di vita ai malati. Non si può morire quando si è pieni di vita come lo era Rosa».

Il nobile obiettivo della serata musicale, in programma lunedì 10 luglio alle 19.30 nella splendida cornice del palazzo Abbaziale di Loreto a testimonianza anche della vicinanza dell’Abate Riccardo Guariglia, è, dunque, quello di contribuire ulteriormente, dopo il traguardo degli 80mila euro raggiunti dalla Fondazione, affinché il progetto di ricerca, ad oggi nella sua terza fase, possa raggiungere il quarto step e, quindi, entrare della fase preclinica nel prossimo mese di gennaio 2018. «In futuro organizzerò eventi di raccolta anche a Londra dove vivevo con mia sorella e dove tutt’ora lavoro stabilmente – prosegue Teresa – nonché altre iniziative anche qui ad Avellino, ringrazio quanti vorranno dare una mano alla ricerca». L’iniziativa, nel concreto, ha come obiettivo quello di identificare una cura per correggere la proteina prodotta dalla mutazione DF508, la più diffusa, che colpisce il 70% dei malati di fibrosi cistica, provocando la malattia fin dalla nascita poiché dovuta a un’alterazione genetica.

Durante il concerto di lunedì, dedicato alle composizioni di Antonio Vivaldi, si esibiranno i vincitori della I edizione del concorso Flautistico Nazionale «Arrigo Tassinari» e l’Orchestra da Camera Irpina, insieme al M° Cristian Lombardi, flautista solista, e al M° Pierfrancesco Borrelli nelle vesti di direttore. Prevista, inoltre, la presenza straordinaria del flautista di fama internazionale Jean Claudel Gèrard. Nel corso della serata verrà consegnato il premio alla carriera al M° Mario Cesa. Il buffet sarà omaggiato dal ristorante «Parthenos» mentre i vini dalla cantina «Tenuta Cavalier Pepe» e dall’«Azienda Agricola Terredora».

Tante le aziende che già sostengono la Fondazione, come Unicredit, BNL, Gruppo 24 Ore, Maserati e tante altre si uniranno all’iniziativa che rappresenta una mano tesa verso chi, purtroppo, è affetto da una malattia che, ad oggi, non lascia scampo per cui «anche una piccola donazione può aiutare la ricerca ad identificare una cura e – conclude – fare in modo che persone straordinarie come Rosa vivano meglio e il più a lungo possibile».

Chiunque, quindi, potrà contribuire alla causa con una donazione a piacere all”ingresso dell’Abbazia oppure con una donazione diretta a http://www.fibrosicisticaricerca.it/dona-ora/ inserendo con la causale «Project HOPE – Rosa Pastena» oppure attraverso una donazione sulla pagina hope-rosa.com.

FdL

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche AtripaldaNews.it