Flash news:   Il MeetUp di Mercogliano in campo per la trasparenza degli atti amministrativi: “I bilanci comunali devono essere pubblici” Elezioni provinciali: sarà sfida Vignola contro Biancardi Strage viadotto Acqualonga, chiesti dieci anni ai vertici di Autostrade Vucinic: “complimenti ai miei ragazzi per non aver mai mollato fino alla fine” Successo all’esordio in Champions League Abusi edilizi: i Carabinieri Forestali denunciano tre persone Graziani: “primato bello, ma non montiamoci la testa” L’Avellino batte 3 a 0 incasa il Cassino. FOTO Buona la prima in campionato per la Sidigas Pari al Partenio-Lombardi per l’Avellino

Baby squillo, arresti domiciliari per De Vito nella sua casa di Mercogliano

Pubblicato in data: 16/11/2017 alle ore:14:46 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Arresti domiciliari per Federico De Vito nella sua abitazione di Mercogliano. Il titolare del circolo privato “L’incontro” di via Vasto ad Avellino è accusato di induzione e sfruttamento della prostituzione minorile. La decisione è arrivata, al termine di una lunga camera di consiglio, dalla XII Sezione del Tribunale del Riesame di Napoli che ha, dunque, accolto, il ricorso dei legali del 70enne, gli avvocati Frongillo e Napolillo.
Dopo 15 giorni di detenzione De Vito ha così lasciato il carcere di Bellizzi dove era stato recluso dallo scorso 30 ottobre. Nei prossimi giorni sarà discusso il ricorso presentato dai legali di Mario Luciano, 87enne di Lapio tra i clienti abituali del circolo. Rimane ai domiciliari il consulente del lavoro Pino Raselli anche lui accusato di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con minorenni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche AtripaldaNews.it