alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   Perde il controllo dell’auto e finisce contro un lampione in via Nazionale Torrette Decathlon pronto ad aprire i battenti nel parco commerciale «Movieplex» di Mercogliano dopo anni di contenziosi e carte bollate “Natale in Abbazia”: mercatini, villaggio di babbo natale, visite guidate, concerti e laboratori al Palazzo Abbaziale di Loreto a Mercogliano “Imprese, fisco e territorio”, tappa a Mercogliano dei deputati del M5S Franco Da Dalt è un nuovo tesserato della Calcio Avellino SSD Torna il Pino Irpino, tour di tre giorni nelle piazze della provincia Chiude la filiale della Banca d’Italia ad Avellino Sidigas Scandone, ingaggiato il centro Patric Young La clinica Montevergine dona tre defibrillatori all’Abbazia del Loreto e al Santuario Assalto a portavalori della Cosmopol sul raccordo Av-Sa: i componenti del commando avevano accento pugliese

Tragedia ad Avellino, Claudio ha provato a difendersi. Dolore e commozione in città

Pubblicato in data: 17/11/2018 alle ore:22:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo
Claudio Zaccaria (nella foto) ha provato a difendersi, si è battuto contro Gianmarco Gimmelli che era come una furia, fuori di se. Le ferite alle mani rilevate sul suo corpo chiariscono che il giovane di 25 anni di Mercogliano, scrive il Mattino di Avellino, ucciso giovedì mattina dal suo amico nel centro storico del capoluogo, aveva capito che non era una lita come tutte le altre. Ma Gimmelli l’ha colpito con foga al viso e al collo, uccidendolo, prima di tentare il suicidio lanciandosi nel vuoto dalla finestra ubicata al primo piano dello stabile.
Un’aggressione che si era sviluppata al termine di una discussione violenta, che era scaturita da screzi che nel tempo avevano rovinato i rapporti tra i due. L’altra mattina, a casa di Gianmarco, in Calata Santa Lucia alle Fornelle, i due avevano provato a discutere di una questione aperta tra di loro.  Ylenia, la ragazza di 18 anni fidanzata di Claudio,  secondo il suo legale Trofa, non era in casa. Poi al rientro è stata anche lei accoltellata alla gola.
Una discussione che poteva finire sui binari di un chiarimento e di una riconciliazione. Ma qualcosa è andato storto. E proprio su questo punto e su cosa abbia scatenato la rissa, è la questione che il pm della Procura Paola Galdo sta lavorando. A raccogliere elementi utili alle indagini è il capo della Squadra Mobile Michele Salemme. Nella giornata di oggi verrà anche affidato l’incarico al perito, Lamberto Pianese, di effettuare l’esame autoptico sulla vittima.
La morte tragica del 25enne che lascia attoniti, tanto dolore, commozione e lacrime tra quanti conoscevano Claudio e gli hanno voluto bene. Sul suo profilo di Facebook sono tanti i messaggi di dolore e incredulità per la tragica scomparsa.
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche AtripaldaNews.it