alpadesa
  
Flash news:   Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di MercoglianoNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Rissa tra immigrati, paura e tensione a Mercogliano Scandone sconfitta dalla Palestrina per 87-50 Lupi ancora sconfitti, contro la Paganese finisce 3-1 Atripalda Volley, visita e benedizione al Santuario di Montevergine. Donata una sciarpa al MAM e alla Pro loco Mercogliano Addio alla blogger, giornalista e insegnante Tina Galante

Dopo cinque settimane è morto l’operaio caduto dal tetto

Pubblicato in data: 6/6/2010 alle ore:08:52 • Categoria: CronacaStampa Articolo

moscatiDopo una lunga agonia durata cinque settimane non c’è l’ha fatta Mario Capone, l’operaio 62enne di Mercogliano che lo scorso 27 aprile cadde dal tetto su cui stava lavorando. I sanitari del Moscati c’è l’hanno messa tutta per cercare di salvarlo ma le complicazioni sopraggiunte non gli hanno dato scampo. L’uomo stava lavorando sul tetto di un capannone industriale di Pianodardine quando perse l’equilibrio e cadde nel vuoto facendo un volo di oltre dieci metri. Trasportato all’ospedale i medici gli avevano riscontrato fratture alle gambe e contusioni al torace che avevano provocato gravi emorragie interne.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento