alpadesa
  
Flash news:   Festa della Repubblica, da questa sera i colori del tricolore illuminano Palazzo di Città Coronavirus, un nuovo caso in Irpinia: è di Casalbore Coronavirus, meno di 200 nuovi contagi e altre 60 vittime in un giorno Sport Days, alle 18 inaugurazione dell’edizione 2020 nel piazzale antistante la Piscina Comunale Coronavirus, in Irpinia nuovo positivo ad Ariano. Effettuati 116 tamponi Montevergine, messa di Pentecoste con istituzioni e associazioni. Guariglia: “La pandemia ci ha reso più uniti”. Video e Foto Coronavirus, contagi sotto quota 400 e le vittime scendono a 75 in 24 ore Playoff: l’Avellino ci sarà Coronavirus, su 190 tamponi effettuati in Irpinia un solo caso positivo: è di Prata P.U. Firmato il protocollo per la realizzazione del collegamento del Santuario di Montevergine all’impianto di depurazione comprensoriale di Manocalzati

Dopo 69 giorni in salvo i minatori cileni

Pubblicato in data: 13/10/2010 alle ore:14:38 • Categoria: CronacaStampa Articolo

minatori-cileStanotte, a mezzanotte ore italiana, sono cominciate le operazioni di salvataggio per i 33 operai rimasti intrappolati a 700 metri di profondità per 69 lunghi giorni. Stanno bene i primi minatori estratti dalla miniera di San Josè, ad assicurarsene il ministro della Sanità cileno, Jaime Manalich, sul posto a seguire le operazioni di recupero. «Non trattateci da star, siamo solo dei lavoratori», queste le parole di uno dei primi minatori mentre riabbraccia la propria famiglia. Florencio Avalos, caporeparto (31 anni), Mario Sepulveda, elettricista (39 anni), Juan Illanes (52 anni) e il più giovane Jimmy Sanchez (18 anni), sono stati i primi ad essere portati in salvo. Ad accogliere la tanto attesa notizia centinaia di persone a Santiago del Cile che hanno festeggiato in Plaza Italia, tradizionale punto di incontro per i grandi eventi nazionali come le vittorie della nazionale di calcio o le elezioni.
Attimi di apprensione per la necessità di effettuare manutenzione alla capsula Fenix, cosa che ha riferito il ministro potrebbe ripersi per naturale esigenza. L’ordine di risalita è stato stabilito in base alle condizioni di salute: prima i minatori le cui condizioni erano ritenute migliori; poi quelli più deboli fisicamente o psicologicamente e per ultimi quelli più forti, capaci di sopportare un’attesa maggiore. Una volta in superficie i minatori hanno potuto abbracciare brevemente i familiari prima di essere in elicottero nel vicino ospedale di Copiapo, dove resteranno per due giorni per esami più approfonditi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento