alpadesa
  
Flash news:   Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del Gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano Givova nuovo sponsor tecnico della Scandone Lutto des Loges, il cordoglio di MercoglianoNews per la perdita del papà della collega e presidente Francesca Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici

Vittoria di misura dell’Avellino su Pomezia

Pubblicato in data: 11/10/2010 alle ore:00:25 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

avellino-pomeziaAvellino: Marruocco, Meola, Ricci, Licciardi, Rinaldi, Puleo, Rega (al 51′ Fanelli), D’Angelo, Vicentin, Panatteri (al 66′ Maiorano), Comini (al 86′ Balzano)
A disp: Cascella, Nocerino, Viscido, Vianello
All: Marra

Pomezia: Scarzanella, Lolli, Colantoni, Cesari, De Martis, Conson, Costantini A. (al 80’Costantini F.), Coppola, Macciocca, Morbidelli (al 64′ Polito), Marano (al 52′ Fatati)
A disp: Fiumanò, Martorelli, Mastromattei, Proietti
All: Farris

Reti: al 42′ Ferdinando Rega.
Arbitro: Alessandro Caso di Verona, assistenti: Antonino Santoro e Giuseppe Tudisco di Catania.
Ammoniti: Coppola e De Martis per il Pomezia, D’Angelo, Marruocco, Rinaldi, Panatteri e Maiorano per l’Avellino.
Angoli: 5 a 3 per il Pomezia.
Recupero: Primo tempo 2′, Secondo tempo 4′.
Note: spettatori 3000 circa. Osservato un minuto di silenzio in onore dei quattro soldati Italiani, barbaramente uccisi in Afghanistan, da un gruppo di terroristi Talebani.

Commento della gara

Un Avellino cinico e perentorio liquida un Pomezia molto combattivo, venuto al Partenio con l’intento di giocare ad armi pari contro il più quotato Avellino e sicuramente di categoria superiore. Ai lupi guidati da mister Marra basta un tempo per far propria la gara e amministrarla senza problemi. Vittoria importante per l’Avellino che prosegue la sua serie positiva e regala ai tifosi la terza vittoria in casa. Con undici punti i biancoverdi si porta nelle zone alte della classifica e domenica i Lupi giocheranno un’altra gara importante in terra Lucana contro il Melfi, sconfitto a Latina per una rete a zero.

Primo tempo –

Al 4′ il Pomezia in avanti con Morbidelli, la sua conclusione, termina alta sopra la traversa.
Al 14′ Avellino finalmente nell’area ospite. C’è un angolo per i lupi battuto da Comini, colpo di testa di Vicentin, palla alta sulla traversa.
Al 15′ ancora Avellino, cross al centro dell’area del Pomezia di Meola dalla destra, Vicentin ancora di testa, la palla termina di poco fuori.
Al 16′ pericolo per la squadra allenata da mister Marra. L’argentino Comini in recupero, in alleggerimento serve la sfera verso il portiere di casa Marruocco che blocca.
Incredibilmente il fischietto di Verona, tra lo stupore generale, fischia la punizione in due in area per il Pomezia. La punizione di Morbidelli termina sulla barriera.
Al 18′ traversone di Meola dalla destra, esce il portiere del Pomezia Scarzanella e smanaccia la sfera con Panatteri in elevazione, la palla arriva all’argentino Comini, conclusione di sinistro e palla sul fondo.
Al 20′ Licciardi ci prova dalla distanza dei venticinque metri a sorprendere l’estremo difensore rossoblu, ma il tiro del centrocampista in maglia verde è da dimenticare.
Al 28′ è il pometino Marano, con un calcio di punizione, prova ad impensierire Marruocco, il portiere irpino blocca la sfera in due tempi.
Minuto 42′ e l’Avellino passa in vantaggio con Ferdinando Rega.
Meola dalla fascia destra fa partire un traversone per l’attaccante irpino Panatteri che di prima intenzione la dà all’accorrente Vicentin, l’argentino, va in progressione supera due avversari come birilli ed in mezzo a due difensori controlla la sfera e la serve su di un piatto d’argento all’accorrente Rega sulla fascia sinistra, il centrocampista nativo di Pompei, tutto solo soletto davanti al portiere ospite Scarzanella, va alla conclusione di piatto destro che trafigge l’incolpevole difensore rossoblu e gonfia la rete per il meritato vantaggio dei biancoverdi.
Al 46′ c’è uno scambio tutto argentino. Comini dalla destra sul secondo palo effettua un cross al centro per Vicentin, colpo di testa del puntero avellinese e palla che viene bloccata da Scarzanella. Il primo tempo termina con la squadra allenata da mister Marra con il risultato di 1 a 0.

Secondo tempo –

Al 53′ Pomezia in avanti con Macciocca che tenta di sorprendere con un pallonetto Marruocco, ma il suo tiro è letteralmente impreciso.
Al 60′ ancora Pomezia, con Morbidelli dalla fascia sinistra, crossa al centro dell’area irpina, pallone che attraversa tutta la difesa di casa ed è lesto Marruocco a fare sua la sfera.
Al 67′ Costantini, servito daPolito, di sinistro conclusione che si perde alta sopra la traversa.
Al 70′, finalmente l’Avellino in attacco con un bel fraseggio in verticale tra Licciardi e Comini, con tiro finale dell’argentino che temporeggia troppo al momento della conclusione e l’azione sfuma.
Al 74′ D’Angelo serve Comini, l’argentino si aggiusta la sfera e tira di sinistro, palla alta.
All’80’ i lupi vicini al raddoppio con Fanelli, da buona posizione, conclude di sinistro ma non dà al pallone, quella giusta forza e para senza problemi l’estremo difensore ospite Scarzanella.
All’86’ Federico Comini viene sostituto da Balzano, il pubblico avellinese gli riserva una vera e propria ovazione con applausi scroscianti.
All’ 88′ Balzano manca il raddoppio. Dopo quattro minuti di recupero il Signor Caso di Verona, con il consueto triplice fischio manda le squadre negli spogliatoi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento