domenica 02 ottobre 2022
Flash news:   Domenica torna la Camminata Rosa da Mercogliano ad Avellino. Foto A Mercogliano “Storie Sonore” storytelling culturale dal 1 e 15 ottobre Elezioni Politiche 2022, l’Irpinia premia il centrodestra: Gianfranco Rotondi alla Camera e Giulia Cosenza al Senato Torna in vigore l’ordinanza per gli abbruciamenti dei residui vegetali a Mercogliano Elezioni Politiche 2022, Oggi silenzio elettorale. Domani si vota: seggi aperti dalle 7 alle 23 Elezioni Politiche 2022, Gianfranco Rotondi chiude la campagna elettorale a Mercogliano. Foto Elezioni Politiche 2022, bagno di folla per la chiusura del Pd ad Avellino. Petracca: ”straordinaria partecipazione, abbiamo già vinto”. Foto L’Avellino batte il Messina, primi tre punti in campionato World Cleanup Day: successo a Mercogliano perla giornata contro l’inquinamento. Foto Arrestato per stupefacenti 69enne napoletano latitante: era ricoverato in una clinica

L’Avellino travolge la Vibonese: 4-0. Si torna in campo domenica 28 con la Vigor Lamezia

Pubblicato in data: 14/11/2010 alle ore:18:42 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

avellino-viboneseAvellino (4-4-2): Marruocco, Meola, Rinaldi (al 62′ Nocerino), Puleo, Ricci, Balzano, Licciardi, D’Angelo (al 59′ El Harchi), Comini, Panatteri (al 54′ Varriale), Vicentin. A disp.: Cascella, Viscido, Fanelli, Rega. All. Marra

Vibonese (4-1-4-1): Senatore, Scrugli (22′ pt Saturno), Del Tongo, Geraldi, Rugiero, Mineo, Stefanini, Donati, Mazzetto, Dominici (al 58’’ Petrucci), Pasca (al 60′ Beccaria). A disp: Mengoni, Paoli, Ficara, Cosentino. All. TosiArbitro: Alessio Petroni di Roma 1; assistenti Stefano Morelli e Francesco Di Salvo di Barletta
Marcatori: al 10′ Panatteri (A), al 21′ Comini, al 47′ ed al 49′ rig. Vicentin (A)
Ammoniti: Del Tongo (V)
Angoli: 5-1 per l’Avellino
Recupero:1′ pt; 3′ st
Note: Espulso al 4′ St Del Tongo (V) per doppia ammonizione. Presenti circa 1.500 spettatori

Commento della gara

Avellino in campo con la formazione preannunciata con il ritorno di Marruocco e Rinaldi dopo il turno di squalifica e la riconferma di Balzano al posto di Rega. Per la calabrese formazione confermata, assenti Grillo, Napoli e Perna per squalifica. Rientra Sgrugli. Nonostante la bella giornata di sole, poche le presenze sugli spalti. In curva lo striscione dedicato a Gabriele Sandri: 11-11-07… Quelli che aspettano giustizia. Gara sostanzialmente facile per gli uomini di Marra che con un secco quattro a zero liquidano una modesta Vibonese, che non ha mai impensierito i lupi d’Irpinia. Per l’Avellino quinta vittoria consecutiva tra le mura amiche e pubblico in festa per la bella prova offerta oggi da capitan Puleo e company. Dopo la sosta di domenica i ragazzi di mister Marra giocheranno ancora in casa allo stadio “Partenio” contro la Vigor Lamezia.

Cronaca della garaAvellino subito in attacco per sbloccare la partita, già al 5′ con Panatteri. Capitan Puleo in profondità serve l’attaccante ex modica che non trova la porta.
Al 7′ attacco della Vibonese con Pasca in contropiede sulla destra che salta Puleo, ma si sposta troppo sul fondo ed è costretto al cross che è fuori misura e si perde in fallo laterale.
Al 10′ Avellino in vantaggio con Panatteri. Comini, riceve palla da Licciardi sulla destra, l’argentino controlla la sfera e si accentra nell’area della Vibonese e crossa verso il centro per Panatteri, pallone teso e tocco morbido dell’attaccante avellinese e gonfia la rete dei calabresi per il meritato uno a zero.
Al 15′ lupi vicini al raddoppio con D’Angelo, la sua conclusione finisce di pochissimo fuori della porta alla destra dell’estremo difensore ospite Senatore.
Al 21′ l’Avellino raddoppia con Comini. Il difensore ospite Scrugli nel tentativo di alleggerire la sfera per Senatore sbaglia l’appoggio, Comini si avventa sul pallone e con un delizioso pallonetto supera l’estremo difensore rossoblu.
Al 40′  c’è un tiro di Meola dalla distanza che per poco non inganna il portiere ospite Senatore.
Al 43′ Comini dalla sinistra, effettua un cross in area per Panatteri, conclusione torbida dell’attaccante e sfera che si perde tra le maglie della difesa ospite.
Al 45′ punizione per i lupi battuta da Licciardi, tiro forte e teso ma l’estremo difensore calabrese Senatore è bravo a
bloccare a terra la sfera.
Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione di gioco con i lupi in vantaggio per due reti a zero.

Secondo TempoAvellino subito in rete per la terza volta con Vicentin.
Minuto 47 Panatteri si invola in area ospite fa fuori alcuni avversari ed alla fine viene steso da Geraldi, per il signor Petroni di Roma non ci sono dubbi e decreta il calcio di rigore per i lupi. Alla battuta del penalty se ne incarica Vicentin, che spiazza il portiere ospite Senatore, tre a zero per l’Avellino e per il “Puntero” argentino è la quarta rete in maglia biancoverde.
Quarta rete Irpina ancora con Vicentin.
Non passano che tre minuti, questa volta è Comini che semina il panico in area rossoblù, tanto che Del Tongo lo ostacola e lo mette giù, altro rigore sacrosanto che puntualmente la giacca nera romana concede ai ragazzi in maglia verde, ed ammonizione per il calabrese ed espulsione per doppia ammonizione per il giocatore calabrese. Ancora l’attaccante argentino Vicentin dal dischetto, tiro, pallone da una parte portiere dall’altra e per l’Avellino e la quarta marcatura e prima doppietta della stagione per il “puntero“.
Al 53’Panatteri in progressione entra in area calabrese dalla sinistra, va al tiro, ma l’estremo difensore ospite si oppone e mette la palla in angolo.
Al 70′ Varriale entrato al posto di Panatteri va al tiro, conclusione che termina di poco sopra alla traversa.
Al 72’’la Vibonese va al tiro dalla distanza con Beccaria su punizione, la palla termina abbondantemente sul fondo.
Dopo tre minuti di recupero e con l’Avellino in possesso palla, il signor Petroni di Roma manda le due squadre sotto la doccia.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento