alpadesa
  
sabato 08 agosto 2020
Flash news:   Messaggio della mamma di Ascanio per ringraziare gli irpini residenti a Boston: “L’affetto e l’amore che ci hanno dimostrato va oltre ogni confine” Il “Viaggio” di Paolo Speranza, galà lirico al tramonto e le stelle di Campo Maggiore: lunedì 10 agosto Montevergine protagonista L’ irpino Matteo Piantedosi è da oggi il nuovo Prefetto di Roma. Le congratulazioni del sindaco di Mercogliano Amdos Mercogliano, nell’assemblea non approvato il bilancio 2019: “Messo finalmente un punto di stop e si va avanti all’insegna del volontariato, solidarietà e grande stima” Coronavirus, nuovi contagi ad Avellino e Atripalda Domani visita in Irpinia per il Ministro Bonetti e il senatore Matteo Renzi Montevergine, al via il taglio dell’erba lungo la strada provinciale 274 “Stai comm’ o’ beato Giulio”: il 10 agosto a guardare le stelle cadenti a Montevergine con il Parco del Partenio Regionali, Castiglione FdI: De Luca sta distruggendo l’agricoltura Irpina Coronavirus, altri 7 casi positivi e 3 guariti in Campania oggi: in totale sono 5.016

Dal 1° gennaio bandite le buste di plastica

Pubblicato in data: 30/12/2010 alle ore:15:37 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

addio_sacchetti_plasticaDal primo gennaio 2011 vengono abolite le vecchie buste di plastica. A seguito infatti della Direttiva europea sugli imballaggi, diremo addio ai sacchetti di plastica che utilizziamo tutti i giorni per la spesa e per tutti i nostri acquisti, poiché non sarà più possibile utilizzare il polimero (il materiale con cui sono realizzati i sacchetti).
Firmata anche un’ordanza del sindaco che ne vieta l’uso.
Nei negozi di tutti i tipi le inquinanti buste di plastica vanno sostituite con prodotti equivalenti ma biodegradabili o prodotti alternativi. Dunque si potranno utilizzare buste biodegradabili, shopper in cellulosa (Mater-bi), di carta, di iuta, di tela o bioplastica che dovranno essere fornite dal negoziante o che il consumatore potrà portarsi da casa. Ben vengano le borse della spesa che si utilizzavano un tempo, di sicuro la scelta più virtuosa. E’ importante adeguarsi subito alla legge che recepisce disposizioni comunitarie- in particolare la direttiva 94/62/ce sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggi, già indicata nel 2007 ma per anni prorogata – non solo per evitare sanzioni, che aprtiranno da marzo, ma soprattutto per contribuire a ridurre il livello di inquinamento. Una grossa percentuale dei sacchetti, infatti, diventa rifiuto. Per decomporre ciascuna busta occorrono almeno 200 anni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento