domenica 29 gennaio 2023
Flash news:   Domani il primo evento del calendario de La Candelora a Montevergine Tutto pronto per la Candelora 2023 a Montevergine: sindaco e abate presentano il programma. Foto Vladimir Luxuria conferma la presenza all’edizione 2023 della Candelora: ecco il programma Candelora 2023, conferenza stampa a Mercogliano di presentazione del programma Atto vandalico all’auto del ds De Vito dopo la sconfitta a Messina: il comunicato dell’Us Avellino Torna la neve in Irpinia: temperature in forte calo Omicidio Bembo, il sindaco di Mercogliano D’Alessio: “il dolore non prenda il sopravvento” L’U.S. Avellino dona le 11 maglie nere alla famiglia e agli amici di Roberto Bembo Us Avellino, comunicato sul contenzioso con l’Alto Calore Servizi Allerta meteo: domani scuole, villa comunale e cimitero chiuso a Mercogliano

Blitz all’alba: arrestato 42enne vicino al clan Genovese

Pubblicato in data: 4/2/2011 alle ore:12:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Un blitz all’alba a Mercogliano da parte degli agenti della sezione criminalità organizzata della Squadra Mobile di Avellino nell’abitazione di un 42enne ritenuto vicino al clan Genovese, ha portato al sequestro di un piccolo arsenale da guerra e all’arresto dell’uomo. Nell’ambito delle indagini coordinate dal Sostituto Procuratore Picciocchi, pm della Procura della Repubblica di Avellino, le forze dell’ordine hanno acquisito fondate notizie secondo le quali presso la casa di D. R. N., 42enne pregiudicato in contatto con esponenti vicini al clan camorristico Genovese nonché fratello di D. R. S. e D. G. (il primo rimasto ucciso l’altro ferito nel corso di un agguato avvenuto nel luglio del 2003 a Ospedaletto D’Alpinolo), erano custodite armi, munizioni e materiale esplodente. Pertanto, alle prime luci della mattinata odierna gli agenti hanno eseguito un’accurata perquisizione presso l’abitazione e presso un deposito in uso all’indiziato che ha sortito esito positivo in quanto, nel deposito, all’interno di un cassetto di una scrivania, hanno trovato una pistola calibro 22 con matricola abrasa e numerosi proiettili dello stesso calibro, mentre altre numerose munizioni calibro 9×21 mm venivano rivenute occultate in un frigo.
Il 42enne, che annovera precedenti penali per detenzione illegale di armi e munizioni, è stato tratto in arresto ed associato presso la casa Circondariale di Avellino. L’arma sequestrata verrà sottoposta ad accertamenti balistici volti a verificare l’eventuale utilizzo della stessa in altri fatti delittuosi.
Della vicenda è stata interessata anche la Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli nella persona del Proc. Aggiunto Dott. Rosario Cantelmo e del Dott. Francesco Soviero che seguono costantemente le vicende giudiziarie legate all’attività dei clan criminali di questa Provincia.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento