alpadesa
  
sabato 18 gennaio 2020
Flash news:   Traforo del Partenio, nasce oggi il Comitato per il No Bertolo è un nuovo giocatore dell’Us Avellino “Operazione Risorgimento Digitale”, il Comune di Mercogliano scelto per un progetto di educazione nell’utilizzo degli strumenti informatici Raccolta e smaltimento oli e indumenti usati, pubblicati due avvisi sul sito del Comune di Mercogliano La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Una fiaccolata per Antonio Dello Russo. Il fratello Giliberto: “chiediamo verità” Messa e fiaccolata in ricordo di Antonio Dello Russo questo pomeriggio a Mercogliano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno Niente mercato ad Avellino, ambulanti in piazza contro l’Amministrazione Festa Chiuse le indagini per l’aggressione all’assessore Giacobbe

Autobus, la stangata è servita: da domani aumenta il costo dei biglietti

Pubblicato in data: 31/3/2011 alle ore:17:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

unico_campaniaDa domani 1 aprile arriveranno gli aumenti per i biglietti dell’autobus. La stangata riguarda tutte le fasce Unico Campania, abbonamenti annuali e mensili compresi, con aumenti dal 6 al 19%. L’incremento va da 10 centesimi per le tratte urbane e suburbane, fino a 50 centesimi per i biglietti di fascia U.
Il biglietto del percorso urbano ad Avellino passerà da 1 euro a 1,10 euro. I pendolari e studenti della tratta Avellino-Università di Fiscianopagheranno invece 30 centesimi in più (da 1,90 euro a 2,10 euro).
La ‘mazzata’ vera e propria la sorbiranno i pendolari, studenti e professionisti della tratta Avellino-Napoli che da domani pagheranno 4 euro (anziché 3,40 euro).
Una corsa Avellino-Grottaminardapasserà da 2,50 euro a 2,80 euro; Avellino-Ariano Irpino passerà dagli attuali 3 euro a 3,30 euro.
Aumenti anche per gli abbonamenti mensili: quello urbano passa da 25 euro a 27,50 euro, quello per e dall’Università di Fisciano costerà 61,10 euro (anziché 55 euro); Avellino-Napoli passa da 83,80 euro a 93 euro. Gli aumenti come detto entreranno in vigore a partire dal prossimo primo aprile.
La giunta regionale guidata da Stefano Caldoro ha ritenuto inevitabile il rincaro, per rimpinguare le casse dell’azienda, che al momento presentano un deficit pari ai 13 miliardi di euro.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento