alpadesa
  
Flash news:   Schianto tra Porsche e Panda, feriti mamma e due bambini Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto Mister Eziolino Capuano si presenta: «Sogno la Serie B con i lupi» Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del Gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone

Incarico al comune, tecnico fa ricorso a Napolitano. Il consigliere Buonaiuto:«Nitida fotografia della gestione Carullo»

Pubblicato in data: 4/3/2011 alle ore:17:52 • Categoria: Politica, PdlStampa Articolo

E’ stato notificato al sindaco di Mercogliano il ricorso al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per l’annullamento del provvedimento di affidamento dell’incarico, a tempo determinato, di istruttore direttivo tecnico. Il ricorso, presentato da un tecnico che aveva partecipato alla selezione, è l’ultimo, in ordine di tempo, ma comunque il più clamoroso, degli atti che puntellano questa vicenda.
E’ necessario sottolineare che molte perplessità erano sorte ed erano state esplicitate, dal gruppo consiliare “Il Popolo della Libertà”, in Consiglio Comunale con una interrogazione presentata dal capogruppo consiliare Nicola Sampietro all’indomani dell’affidamento dell’incarico.
Si rimarcò, in quella occasione, come, tutta la vicenda, appariva una delle più brutte pagine che, in soli pochi mesi di attività, l’amministrazione comunale avesse scritto.
La lettura del ricorso lascia senza parole. E’ un interminabile elenco di illegittimità e violazioni di numerosi leggi. Ed è una nitida fotografia, purtroppo, di quello che è il modo di amministrare della Giunta Carullo.
Nell’atto si evidenzia come il provvedimento con il quale il Comune di Mercogliano ha proceduto alla nomina di istruttore direttivo tecnico e tutti gli altri atti della procedura concorsuale siano illegittimi.
Si tratterebbe di una illegittima attività fortemente connotata da macroscopici profili di eccesso di potere e di violazione di legge, in particolare:

• Violazione degli. Artt. 3 e 97 della Costituzione;
• Violazione degli Artt. 1 e 3 L. 7.8.1990 n. 241;
• Violazione del giusto procedimento di legge;
• Erroneità ed insufficienza della motivazione;
• Inesistenza dell’istruttoria;
• Inesistenza dei presupposti;
• Sviamento;
• Travisamento;
• Illogicità;
• Irrazionalità.

Il ricorso, prendendo in esame il verbale del 2.12.2010, con il quale il Sindaco ha proceduto alla individuazione del vincitore della procedura selettiva, evidenzia come lo stesso sia assolutamente privo della indicazione dell’attività istruttoria espletata dal Comune di Mercogliano rappresentata dalla comparazione dei curricula dei candidati.
Il Comune di Mercogliano ha proceduto alla nomina di istruttore direttivo ritenendo che il curriculum del vincitore, senza compiere nessuna altra attività anche di natura istruttoria, evidenziasse le competenze tecnico-professionali ed esperienze di lavoro adeguate a ricoprire l’incarico.
Al contrario, il Comune di Mercogliano avrebbe dovuto necessariamente esprimere, oltre alla valutazione finale, costituita, fra l’altro, da idonea motivazione, anche la valutazione intermedia relativa alla comparazione dei curricula.
E’ evidente, si legge nel ricorso, che, oltre a solari illegittimità procedimentali , l’Ente Comunale ha, non solo derogato alle regole della trasparenza dell’attività amministrativa tipiche dell’indizione di un avviso pubblico finalizzato all’esame dei curricula dei candidati, ma, in maniera del tutto discrezionale ed immotivata, ha proceduto all’affidamento dell’incarico ad un diverso candidato, senza offrire prova dell’istruttoria compiuta.
Inoltre dalla lettura del ricorso emerge che, prima di conferire l’incarico, il Comune aveva l’obbligo di procedere alla necessaria ed imprescindibile verifica in merito alla presenza in organico di dipendenti classificati nella categoria D idonei all’attribuzione dell’incarico.
Il Comune avrebbe potuto affidare l’incarico con procedura rivolta all’esterno, soltanto nel caso in cui avesse verificato preventivamente che il proprio organico fosse stato privo di un dipendente di categoria D, idoneo all’attribuzione dell’incarico.
Nel caso del Comune di Mercogliano risulta che il V Settore Tecnico è dotato di n. 3 dipendenti di ctg D, posizione economica D3, di cui n. 2 “funzionari tecnici”.
E’ evidente, pertanto, che il Comune di Mercogliano avrebbe dovuto preventivamente verificare le condizioni per l’attribuzione dell’incarico attraverso l’attribuzione di tali funzioni ad un’unità di ctg D, già inserito nella dotazione organica dell’Ente ma non si rilevano documenti idonei a provare che l’indicata attività di natura preliminare sia stata svolta con le forme ed i tempi indicati dal Regolamento degli Uffici e dei Servizi.
Nel ricorso, inoltre, si evidenzia come, nello stesso giorno, vengano adottate in sequenza due provvedimenti amministrativi estremamente importanti per la vita dell’Ente, che avrebbero meritato un più intenso approfondimento e la naturale discussione in Consiglio Comunale. E’ ancor più singolare che l’intera attività amministrativa di determinazione del fabbisogno per il triennio 2010-2012 si riduca alla mera riorganizzazione del solo settore tecnico.
La semplice constatazione della conseguenzalità con la quale il Comune di Mercogliano lo stesso giorno adotti: la delibera n. 260 “Organizzazione Uffici e determinazione Pianta Organica”, la delibera n. 261 “Programma fabbisogno del personale per il triennio 2010-2012” e l’avviso pubblico per l’affidamento dell’incarico di responsabile del servizio IV del Settore tecnico non può non evidenziare la vera finalità che ha ispirato l’azione amministrativa.
Tale finalità appare essere quella di precostituire le condizioni per la copertura dall’esterno di un posto di responsabilità che fino al 2.11.2010 non esisteva.

Il consigliere comunale
Antonio Buonaiuto

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento