alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino

L’Avellino espugna Lamezia e ritrova l’orgoglio

Pubblicato in data: 18/4/2011 alle ore:13:09 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

vigor-avellinoVigor Lamezia (4-3-3): Quarta, Caffarelli, Scalise, Caridi (al 83′ Parisi), Potestio, De Sensi, Mangiapane, Martino (al 73′ Catalano G.B.), Rondinelli (al 59′ Lattanzio), De Luca, Iannazzo
A disp.: Montesanti, Paonessa, Giuffrida, Scalese
All. Costantino

Avellino (4-4-2): Cascella, Meola, Puleo, Nocerino (All’88 Caso), Bruno, Millesi, D’Angelo, Maisto, Comini (All’88 Acoglanis), De Angelis, Scandurra (All’88 Vicentin). A disp.: Celli, Ricci, Viscido, Peluso
All. Vullo

Arbitro Caso di Verona; Assistenti Leali di Brescia e Fazio di Messina
Marcatori: al 10′ D’Angelo (A), al 18′ De Angelis (A), al 36′ De Luca (V)
Ammoniti: Martino (V), Comini (A), Mangiapane (V), De Angelis (A), De Luca (V)
Angoli: 5-3 per la Vigor
Recupero: 1′ pt; 5′ st
Note: Spettatori presenti trecento circa, un centinaio provenienti da Avellino

L’Avellino espugna il “Guido D’Ippolito” di Lamezia Terme con due reti di D’Angelo e De Angelis. Biancoverdi ancora con la maglia nera per volontà dei tifosi. Buona vittoria dei lupi in terra calabra, dopo le deludenti gare contro il Catanzaro ultimo in classifica e contro la Vibonese penultima in classifica. Presenti un centinaio di tifosi ancora inviperiti con l’ex direttore Dionisio e l’ex dirigente irpino Contino. Si dovrà continuare a vincere per aspirare a qualcosa di importante. Sabato al “Partenio” arriva la seconda forza del campionato, il Trapani che oggi ha strapazzato in casa il Fondi vincendo 4 a 1. Sarà battaglia se gli uomini di mister Vullo scenderanno in campo con la giusta determinazione e voglia di giocare. Urge in queste restanti tre gare fare 9 punti. Dopo il Trapani, domenica 30 aprile scontro ad Aversa contro la Normanna, gara difficile ed importantissima. Si chiude in casa con il Campobasso. In queste gare si deciderà il futuro dell’Avellino. 

Cronaca della gara a cura di Ottavio Picardi
Primo Tempo
Dopo la partita pareggiata a Vibo Valentia, mister Vullo apporta delle modifiche all’undici titolare, preferendo Bruno a Ricci, sulla fascia di sinistra e manda in campo il consueto 4-4-2, con Cascella tra i pali, difesa a quattro con Meola, Puleo, Nocerino e Bruno, a centrocampo Millesi e Comini sugli esterni, Maisto e D’Angelo centrali, in attacco il duo De Angelis-Scandurra.
Il mister di casa Costantino deve fare a meno degli infortunati Forte, Catalano V., Costantino Stefano, Sinicropi e Trovato, Mercurio per squalifica. Rientrano dal turno di squalifica i vari De Luca, Mangiapane e Caridi. Il trainer lametino schiera un 4-3-3 con Quarta tra i pali, Caffarelli, Scalise, Caridi, Potestio in difesa, De Sensi, Mangiapane e Marino a centrocampo, in attacco Rondinelli, De Luca, Iannazzo.
Al 10′ Avellino in Vantaggio con D’Angelo. Comini abilmente soffia palla a Mangiapane, D’Angelo s’impossessa della sfera dopo un rimpallo, tiro deciso del centrocampista irpino che dai venti metri trafigge il portiere di casa Quarta.
Al 12′ la Vigor si rende pericolosa con Mangiapane direttamente dalla bandierina, che chiama il portiere avellinese Cascella a respingere un insidioso pallone salvando il risultato.
Al 15′ ci prova dalla distanza Comini, la sua conclusione termina di poco fuori. E’ il preludio del raddoppio.
Al 18′ l’Avellino raddoppia con De Angelis, l’attaccante si riscatta e centra la sua ottava rete. A Vibo aveva fallito un calcio di rigore. Millesi crossa dalla destra palla al centro semirovesciata di Gianluca DeAngelis e palla in rete. Nulla da fare per il portiere Quarta.
Al 28′ Scandurra sfiora la terza marcatura. L’attaccante si libera di Caridi e va alla conclusione, pallone fuori di un soffio.
Al 32′ Scandurra in contropiede supera il portiere Quarta in uscita e tira. Miracolosamente sulla linea di porta salva Cardi a portiere ormai battuto. Lupi sfortunati, ma che dimostrano di meritare in pieno il doppio vantaggio.
Al 36′ la squadra di casa accorcia le distanze con De Luca. Dormita generale della difesa irpina, come sette giorni fa a Vibo e palla in rete. Rimessa laterale per i padroni di casa, malinteso di Puleo con i compagni di reparto che non intervengono, lesto De Luca a colpire di testa la palla che si infila sotto la traversa battendo l’incolpevole Cascella. Dopo un minuto di recupero le due compagini vanno negli spogliatoi.

Secondo tempo
Nessuna novità tra le due compagini, le stesse viste nella prima frazione di gioco.
Al 57′ ottima parata del portiere di casa Quarta su punizione calciata dall’irpino De Angelis. Rondinelli della Vigor, appena entrato in area va al tiro, Cascella blocca.
Al 60′ punzione di Millesi dalla sinistra e colpo di testa di De Angelis, palla sul fondo. Buon lavoro di Scandurra per Millesi che dal vertice destro fa partire un diagonale che sfiora il sette sul palo opposto.

Occcasionissima per l’Avellino con Scandurra di portare a tre le marcature, ma l’attaccante fallisce. D’Angelo serve una palla d’oro a Scandurra sulla sinistra, l’attaccante si trova a tu per tu con Quarto, basterebbe spingerla con un tocco morbido in rete, ma l’ex lucchese spara addosso a Quarta.

Al 77′ Millesi serve magistralmente in area Scandurra, stacco di testa dell’ariete Avellinese e palla che si stampa sulla traversa, la raccoglie Meola e tira miracolo di Quarto che mette la sfera in angolo.

All’84 c’è un tiro dalla distanza di Mangiapane dai trenta metri, palla abbondantemente fuori.

Ci prova all’87’ ancora la Vigor con Lattanzio, palla sopra la traversa.

La Vigor cerca di rendersi pericolosa su punizione, ancora con Mangiapane.

Il tiro del numero dieci della Vigor fa tremare l’Avellino ed i suoi tifosi, palla di poco sopra la traversa. Il numero dieci lametino mette i brividi ai tifosi irpini: la palla passa di pochissimo alta sulla traversa.

Cinque i minuti di recupero assegnati dal Signor Caso di Verona.

Ancora una punizione dal limite per la squadra di casa battuta da Mangiapane, palla a girare centrale che rimbalza davanti a Cascella che blocca.

Nel finale di gara vi è un alterco tra l’allenatore Vullo ed il giocatore De Luca i due per poco non vengono alle mani.

L’Avellino conquista tre punti importanti e Sabato al Partenio arriva il Trapani, partita importante per il discorso spareggi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento