alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino

L’Avellino si riscatta con 6 gol contro Matera ma i tifosi contestano

Pubblicato in data: 4/4/2011 alle ore:22:23 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

avellino-materaAvellino (4-4-2): Cascella, Meola (80′ Bruno), Puleo, Nocerino, Ricci, Millesi, Maisto (71′ Viscido), D’Angelo, Comini, De Angelis, Scandurra (74′ Vicentin). A disp.: Celli, Rega, Peluso, Panatteri. All. Vullo

Matera (4-3-3): Musacco, Manetta, Malquori, Villagatti, Di Fusco (61′ Calà), Provenzano, Logrieco, Capolei (69′ Scarpato), Giannone, Lo Sicco (46′ Alassani) Ancora. A disp.: Cifarelli, Cirillo, Lorini, Formuso. All. Cadregari

Arbitro: Giuseppe Monaco di Tivoli
Assistenti: Cinquepalmi di Palermo e Vigo di AcirealeMarcatori: 7′ Millesi (A), 17′ e 38′ De Angelis (A), 64′ Scandurra (A), 77′ Vicentin (A), 86′ Comini (A)
Ammoniti: Maisto (A)
Angoli: 5 a 2
Recupero: 1′ pt; 0′ st
Note: Spettatori presenti un migliaio

Dopo la figuraccia di domenica scorsa contro il fanalino di coda Catanzaro allo stadio “Ceravolo” della cittadina dello Ionio, l’Avellino infligge un pesante 6-0 ad un modesto Matera. Erano anni che al “Partenio” non si vedevano tante reti. L’ultima volta era capitato al Verona, stagione 2003/2004 in serie B, sul manto del “Catino” di Contrada Zoccolari. I lupi allenati da Zeman realizzarono sei reti ai danni degli scaligeri allenati da Maddè in una disastrosa annata che vide i biancoverdi retrocedere in serie C1 per le scelleratezze del trio Casillo-Pavone-Zeman.
L’Avellino aveva il dovere-obbligo di riscattarsi dopo l’umiliante debacle in terra calabra. Gli atleti irpini sono stati contestati per tutto l’incontro dalla tifoseria, sempre passionale, amante dei propri colori ed innamorata della propria città.
Una prestazione non di certo eccezionale per gli uomini di Vullo che hanno fatto semplicemente il loro dovere e nulla di più contro i Lucani del tecnico Cadregari che ha schierato in campo otto under. Ora bisogna continuare su questa strada e avere conferma positiva domenica contro la Vibonese, penultima in classifica con 16 punti, gara da non prendere sotto gamba, Catanzaro docet.

Cronaca della gara
Primo Tempo

L’Avellino scende in campo con un’insolita maglia nera. Come già annunciato non fanno parte della rosa il portiere Marruocco e il difensore Rinaldi, gioca invece Nocerino.
Al 7′ Avellino in vantaggio con Ciccio Millesi. Scandurra dà palla per l’attaccante irpino che s’invola in area lucana, il portiere ospite gli va incontro e tira, l’estremo difensore in maglia azzurra respinge il tiro e la sfera prosegue la sua corsa per qualche metro. Millesi sulla palla tocco morbido e palla nel sacco.
Al 17′ il raddoppio per merito di De Angelis. L’attaccante Scandurra semina il panico in area ospite, crossa al centro Maisto svirgola la sfera, se ne impossessa De Angelis tiro secco e forte e Musacco è battuto.
Al 38′ il tris della squadra allenata da Vullo, la rete viene realizzata ancora da De Angelis. L’ex Savona viene servito da Maisto, s’incunea in area materana e con un pallonetto gonfia la rete. Per De Angelis è la prima doppietta con l’Avellino.
Dopo un minuto di recupero squadre negli spogliatoi. Continua la protesta della nuova Curva Sud contro i giocatori avellinesi.

Secondo Tempo

Al 64′ al Partenio si cala il poker con Scandurra. L’ex lucchese viene servito magistralmente da De Angelis e con un tiro rasoterra, trafigge per la quarta volta il portiere ospite.
Al 77′ la quintina dei lupi con Vicentin, entrato al posto di Scandurra. Vicentin scatta regolare sul filo del fuorigioco ben servito da D’Angelo. L’attaccante irpino tutto solo s’invola nella tre quarti di campo ospite, entra in area ed effettua un tiro forte e preciso con Musacco in uscita. Palla in rete.
Al 86′ c’è gloria pure per Comini che segna la sesta rete. Il giocatore sull’out di destra fa fuori tre avversari, entra in area e fa partire un tiro che batte sulla gamba di un giocatore ospite e termina la sua corsa in rete.
Domenica a Vibo Valentia per dimostrare di essere sulla buona strada e continuare a salire.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento