alpadesa
  
Flash news:   Mercogliano protagonista del ferragosto irpino: nel weekend tappa del tour Rai “EstateLive“ L’Amdos Mercogliano scende in campo con la solidarietà: avviata raccolta fondi a sostegno del progetto “La casa di Alice” Messaggio della mamma di Ascanio per ringraziare gli irpini residenti a Boston: “L’affetto e l’amore che ci hanno dimostrato va oltre ogni confine” Il “Viaggio” di Paolo Speranza, galà lirico al tramonto e le stelle di Campo Maggiore: lunedì 10 agosto Montevergine protagonista L’ irpino Matteo Piantedosi è da oggi il nuovo Prefetto di Roma. Le congratulazioni del sindaco di Mercogliano Amdos Mercogliano, nell’assemblea non approvato il bilancio 2019: “Messo finalmente un punto di stop e si va avanti all’insegna del volontariato, solidarietà e grande stima” Coronavirus, nuovi contagi ad Avellino e Atripalda Domani visita in Irpinia per il Ministro Bonetti e il senatore Matteo Renzi Montevergine, al via il taglio dell’erba lungo la strada provinciale 274 “Stai comm’ o’ beato Giulio”: il 10 agosto a guardare le stelle cadenti a Montevergine con il Parco del Partenio

Lotta all’evasione fiscale, Ferraro (Pd): «Finalmente l’adesione al protocollo Agenzia delle Entrate-Anci-Ifel»

Pubblicato in data: 3/4/2011 alle ore:18:20 • Categoria: Politica, PdStampa Articolo

Il percorso che porterà al federalismo fiscale è ancora lungo e accidentato, anche se alcune novità sono già operative e sperimentabili. La cosa più interessante, a mio parere, è la possibilità data ai comuni di partecipare alla lotta all’evasione e all’elusione fiscale. Da oltre un anno l’Agenzia delle Entrate ha stipulato un protocollo d’intesa con l’Anci (Associazione nazionale comuni d’Italia) e con l’Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale) con l’obiettivo di stimolare i comuni ad intraprendere un percorso di condivisione delle informazioni in proprio possesso che, messe in rete e opportunamente analizzate, possono evidenziare comportamenti fraudolenti tesi a sottrarre risorse all’erario e alla collettività. Bisogna dire che già l’art. 44 del dpr 600 del 1973 prevedeva la partecipazione degli enti locali all’attività di accertamento de tributi diretti; così come l’art. 1 del dl 203/2005 e l’art. 83 del dl n.112/2008 riconfermavano la volontà del legislatore di far partecipare i comuni all’attività di accertamento delle imposte dirette e indirette attraverso l’invio di alcune tipologie di informazioni all’amministrazione finanziaria o attraverso la segnalazione di eventuali situazioni rilevanti note agli uffici comunali. Con il dl n.78/2010 questo percorso è divenuto ancora più stringente e concreto, ed oggi l’incentivo economico riconosciuto ai comuni è stato innalzato dal 33 al 50%(comma 7 dell’art.1 Dlgs sul federalismo del 04/08/2010).
L’amministrazione finanziaria riconosce ai comuni che partecipano all’attività di accertamento, la metà delle somme riscosse.
Gli ambiti principali di intervento sono cinque: Commercio e professioni, Urbanistica e territorio, Proprietà edilizie e patrimonio immobiliare, Residenze fittizie all’estero, Disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva.
In una fase di tagli ai trasferimenti e di risorse limitate è importante per gli enti locali assicurasi altre modalità di entrate per far fronte alle legittime e giuste richieste dei cittadini. Un aspetto importante da non sottovalutare e la possibilità concreta di formare gratuitamente i funzionari comunali addetti alla gestione dell’attività di accertamento e segnalazione agli uffici finanziari. Tutto ciò sembra interessare molto poco gli amministratori di Mercogliano. Ancora una volta il consiglio comunale, nella seduta del 28 marzo, ha dovuto supplire all’inerzia dell’organo esecutivo approvando la seconda delibera nell’arco di tre mesi per “costringere” il sindaco a stipulare la convenzione con l’Agenzia delle Entrate. Come da consuetudine il primo cittadino ha scaricato la responsabilità sulla Direzione Regionale dell’Agenzia affermando in consiglio che il ritardo era dipeso esclusivamente da quest’ultima. E’ chiaro a tutti, invece, che il paese non ha una guida, è un territorio allo sbando dove tutto è permesso, e le risposte vere e risolutive non arrivano. Questa amministrazione è priva di autorevolezza, non ha capacità di analisi e vive alla giornata, senza orientamento né punti di riferimento. Si guarda esclusivamente alla gestione quotidiana e spicciola del potere, tra uscite estemporanee e trovate puerili e superficiali, scaricando sempre sugli altri le responsabilità. Tutto questo, in un contesto generale di crisi, che sta mettendo in ginocchio sia le forze economiche che quelle sociali.

Pasquale Ferraro,
consigliere comunale di minoranza

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento