alpadesa
  
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

“150 – Obiettivo Italia”, il ministro Rotondi premia i vincitori alla scuola media Dorso. Tappa anche al Comune e alla circolo del Pdl. Guarda le Foto e il Servizio Video

Pubblicato in data: 23/5/2011 alle ore:17:15 • Categoria: Attualità, Video intervisteStampa Articolo

«L’alleanza Pdl-Udc deve andare oltre l’accordo programmatico che c’è in Campania. Il mio auspicio è che anche dopo i ballottaggi si vada a sedimentare un patto politico che possa avere risvolti nazionali». Il ministro Gianfranco Rotondi apre ai centristi. L’appello è arrivato a margine della giornata fitta di impegni che il responsabile del dicastero per l’Attuazione del programma ha avuto questa mattina a Mercogliano.
La prima tappa c’è stata presso la sede del coordinamento locale del Pdl. Rotondi ha incontrato il coordinare Antonio Buonaiuto, il capogruppo Nicola Sampietro e i dirigenti del partito. Subito dopo si è spostato in Comune, dove ad accoglierlo c’era il sindaco Massimiliano Carullo con gli esponenti dell’amministrazione comunale. Ultima tappa alla scuola media «Guido Dorso» per la premiazione degli alunni che hanno preso parte ad un concorso sui 150 anni dell’Unità d’Italia. Rotondi ha parlato di politica. «Prima di cantare vittoria aspetterei i risultati dei ballottaggi – ha avvertito il ministro riferendosi al centrosinistra -. Su Napoli nutro grandi speranze – ha aggiunto – perché nel capoluogo partenopeo c’è grande consapevolezza del cambiamento. Discorso diverso per Milano dove questa consapevolezza del cambiamento è per noi un problema». Sulle possibili ripercussioni che potrebbero avere gli esiti del secondo turno delle amministrative, Rotondi è stato chiaro. «Continuo a pensare – ha precisato – che l’accordo Pdl-Udc in Campania sia legato ad un processo politico nuovo. Se così non fosse, allora sarebbe meglio scioglierlo. Confido nella possibilità che questa alleanza possa riproporsi anche a livello nazionale». Rotondi ha anche parlato della questione sanità: dalla battaglia dei medici del Moscati che protestano contro le carenze d’organico alla vicenda degli ospedali in Alta Irpinia.
«Conoscevo perfettamente le difficoltà a cui sarebbe andato incontro il governatore Caldoro – ha concluso il ministro – come lui chiunque avesse ereditato lo sfascio della Regione Campania, era chiamato a scelte drastiche. Credo, però, che chiusure e sacrifici possono essere accettati solo se sono temporanei e se c’è chiarezza sui tempi di attuazione dei piani. Il problema vero è capire cosa succede un attimo dopo l’attuazione dei nuovi piani. È su questo punto che bisogna insistere ed avere garanzie. In ogni caso credo che l’Irpinia non possa accettare la chiusura degli ospedale sapendo che altrove si continua con gli sprechi. E in questo senso è del tutto comprensibile la posizione di chi in questo momento si oppone».
Alla scuola media “Guido Dorso” invece la cerimonia “150 – Obiettivo Italia”, con le premiazioni del concorso promosso dalla scuola e sponsorizzato dall’azienda vinicola Mastroberardino. Oltre al Ministro per l’Attuazione del Programma di governo Gianfranco Rotondi, il questore Sergio Bracco, il prefetto Ennio Blasco, l’onorevole Pasquale Giuditta, Don Giuseppe Iasso, il Direttore della Biblioteca di Montevergine Andrea Davide Cardin, il capitano dei Carabinieri di Avellino Papa e il fratello di Salvo D’Aquisto, Alessandro e il direttore di Ottopagine Brunello Guerriero. A fare gli onori di casa il sindaco Massimiliano Carullo e Lucia Sbrescia, consigliere comunale delegato alla Pubblica Istruzione. «Il merito della dottoressa Sbrescia è quello di aver voluto un evento che non segni una celebrazione retorica – ha dichiarato il Ministro Rotondi ma la spiegazione ai giovani di cosa siano questi centocinquanta anni di storia che hanno segnato la loro identità. Per questo ho sentito il dovere di essere qui». Grande fermento a scuola da parte dei numerosi giovani studenti che hanno aderito all’iniziativa.  Le adesioni al concorso sono state, infatti, massicce da parte della scuola secondaria di primo grado, delle scuole primarie statali e parificate, dell’ordine delle suore benedettine. A premiare i migliori lavori eseguiti, disegni, manufatti, cartelloni, poesie e ricerche storiche il Ministro insieme al corpo docente. «Sono onorata per la presenza del Ministro qui a premiare i lavori dei nostri ragazzi– ha commentato Lucia Sbrescia -. Questa è la giornata che conclude il progetto che ha coinvolto tanti ragazzi e docenti impegnati in questo percorso». A coordinare i ragazzi i docenti aiutati dalle dirigenti scolastiche delle tre scuole presenti sul territorio dott.ssa Oliviero, dott.ssa Monteforte e della Dott.ssa Suor Antonietta Sullo. I lavori sono stati giudicati da una Commissione formata da persone qualificate ed esperte: Padre Andrea Gardin, Direttore della Biblioteca di Montevergine, l’artista Grimaldi e il Prof. Caracciolo. A tutti gli allievi partecipanti è stato, inoltre, conferito un attestato di partecipazione. Ad aprire la giornata il saluto del primo cittadino di Mercogliano:«Sono felice per la splendida riuscita di questa iniziativa che premia i nostri figli – ha commentato Carullo -. E’ importante oggi più che mai riuscire a trasmettere loro i valori e la storia che ci hanno portato ad essere una Nazione».

[flv  image=”https://www.mercoglianonews.it/video/rotondi 23 maggio 2011.jpg”]https://www.mercoglianonews.it/video/rotondi 23 maggio 2011.flv[/flv]

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento