Flash news:   Domani il terzo appuntamento del calendario de La Candelora a Montevergine Cerimonia di nomina dei Cavalieri dell’Ordine Pontificio di San Silvestro Papa al Palazzo Abbaziale di Loreto. Foto Presso l’aula consiliare di Mercogliano premiati i vincitori del concorso “Vetrine e balconi di Natale 2022”. Foto Domani il primo evento del calendario de La Candelora a Montevergine Tutto pronto per la Candelora 2023 a Montevergine: sindaco e abate presentano il programma. Foto Vladimir Luxuria conferma la presenza all’edizione 2023 della Candelora: ecco il programma Candelora 2023, conferenza stampa a Mercogliano di presentazione del programma Atto vandalico all’auto del ds De Vito dopo la sconfitta a Messina: il comunicato dell’Us Avellino Torna la neve in Irpinia: temperature in forte calo Omicidio Bembo, il sindaco di Mercogliano D’Alessio: “il dolore non prenda il sopravvento”

Villa Capocastello, Ferraro (Pd): “Struttura perennemente deserta, segno di inutilità e soldi spesi male”

Pubblicato in data: 11/7/2011 alle ore:08:00 • Categoria: Politica, PdStampa Articolo

A distanza di qualche settimana vorrei tornare sulla questione apertasi con l’inaugurazione dello spazio verde attrezzato di Capocastello. Fermo restando che condivido e sottoscrivo le osservazioni fatte in consiglio comunale da Vittorio D’Alessio, vorrei andare oltre ed osservare che la prova oggettiva ed inoppugnabile dell’inutilità e pericolosità dell’opera l’hanno fornita i mercoglianesi, in modo particolare gli abitanti del borgo medioevale. Infatti a qualsiasi ora del giorno e della notte e in qualunque giorno della settimana la “villa” è sempre vuota, segno che nessuno né avverte l’utilità, né tantomeno, come tenta di giustificarsi l’assessore Gesualdo, risponde ad una precisa richiesta dei cittadini. Il segnale è chiaro: Capocastello ed il centro storico vogliono ben altro che interventi di maquillage inutili e costosi (l’intervento è costato oltre 250.000 euro), ci aspetteremmo progetti seri di riqualificazione e rivitalizzazione del quartiere (lavori per milioni mai collaudati, lo scandalo di Casa Pagano), un impegno costante sulla qualità della vita, partendo dalle cose ordinarie come la pulizia dei vicoli, una seria raccolta differenziata, la possibilità di allacciarsi alla rete del gas metano. Per tacere dello stato di abbandono in cui versa l’ex scuola elementare alla cui chiusura molto contribuì l’inerzia dell’allora vicesindaco Carullo. Che dire della guardia medica, spostata altrove per lavori di ristrutturazione che sono fermi da oltre un anno e, cosa ancora più grave, questa amministrazione confusa e pasticciona non riesce a programmare azioni che possano agganciare il centro storico alle dinamiche di promozione del territorio legate al turismo e alla cultura. Anche il festival di artisti di strada che si svolge ogni estate, da quando è stato ceduto all’amministrazione comunale, è divenuto l’ombra di se stesso perdendo tutte le peculiarità per le quali era nato, e si ha netta la sensazione che sia diventato uno strumento, per quanto legale e legittimo, utile a calamitare finanziamenti. Anche per i residenti diventa ogni anno più pesante portare il peso di disagi e disturbi legati all’evento in cambio del nulla. Fa rabbia sapere che ci si ricorda di Capocastello per un solo week-end all’anno oppure quando ne parla la cronaca giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento