domenica 02 ottobre 2022
Flash news:   Domenica torna la Camminata Rosa da Mercogliano ad Avellino. Foto A Mercogliano “Storie Sonore” storytelling culturale dal 1 e 15 ottobre Elezioni Politiche 2022, l’Irpinia premia il centrodestra: Gianfranco Rotondi alla Camera e Giulia Cosenza al Senato Torna in vigore l’ordinanza per gli abbruciamenti dei residui vegetali a Mercogliano Elezioni Politiche 2022, Oggi silenzio elettorale. Domani si vota: seggi aperti dalle 7 alle 23 Elezioni Politiche 2022, Gianfranco Rotondi chiude la campagna elettorale a Mercogliano. Foto Elezioni Politiche 2022, bagno di folla per la chiusura del Pd ad Avellino. Petracca: ”straordinaria partecipazione, abbiamo già vinto”. Foto L’Avellino batte il Messina, primi tre punti in campionato World Cleanup Day: successo a Mercogliano perla giornata contro l’inquinamento. Foto Arrestato per stupefacenti 69enne napoletano latitante: era ricoverato in una clinica

Mister Bucaro: «Squadra giovane e motivata, insieme lavoreremo bene»

Pubblicato in data: 4/9/2011 alle ore:19:52 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

bucaroDopo l’’allenamento di questa mattina, il tecnico dei lupi, Giovanni Bucaro (foto), presenta la gara di lunedì sera al “Partenio-Lombardi” in posticipo e diretta tv suRaisport tra Avellino e Foligno. Il neo allenatore fa un punto sulla campagna acquisti dopo il suo arrivo sulla panchina biancoverde, “Il giudizio sui ragazzi è buono, anche se in questo momento siamo ancora un cantiere per i nuovi arrivi degli ultimi giorni. Ci vuole tempo perché si devono acquisire i meccanismi anche a livello di condizione. Gli ultimi arrivati non sono ancora al top perché hanno fatto solo qualche allenamento con la squadra come Thiam e Zigoni o Justino che non ha fatto tutta la preparazione pre-campionato. Ma in questo momento mi interessa più lo spirito di gruppo e l’attaccamento alla maglia che ci possono dare quella forza in più di cui abbiamo bisogno per iniziare questo campionato“.
Il tecnico siciliano chiarisce il caso De Angelis: “De Angelis non si è lamentato. Prima della presentazione avevo detto ai tre attaccanti, De Angelis, Ercolano e Zigoni, che avrebbero fatto venticinque minuti a testa. In quel momento ha sbracciato perché Thiam non aveva fatto un movimento visto che non conosce ancora i nostri meccanismi. E’ stato un gesto scherzoso. Non c’è nessun caso altrimenti rischiamo di far confusione. Dobbiamo remare tutti dalla stessa parte perché è un anno importante. C’è la voglia della società, dello staff tecnico, dei calciatori e penso anche dei tifosi e deve essere così anche per la stampa. Le critiche poi ci saranno in caso in cui la squadra non giocherà bene, sarò pronto ad accettarle, ma mi dispiace aprire casi perché in questo momento si vanno ad annotare cose che non ci sono. De Angelis non si è mai lamentato. Mi dispiace perché non può essere un centravanti come Ercolano e Zigoni che danno più punti di riferimento all’avversario, ma mi piace perché ha caratteristiche diverse e si adatta bene anche in altri ruoli oltre a quello di centravanti“.
Stesso discorso per il capitano? “Millesi sta coprendo un ruolo che ha già avuto in passato nel Catania. In un centrocampo a tre copre bene la mezza ala sinistra e per come vedo io questo ruolo si deve aprire e quindi è quasi come lui giocasse in un centrocampo a quattro. In questa fase dobbiamo essere bravi come squadra a dare equilibrio. Un intenditore vero e proprio in questo gruppo non c’è. Chi ha tutte e due le fasi è Justino“.
Nel secondo tempo del test infrasettimanale molto bene i giovani: “Hanno gamba e velocità. Per mentalità i ragazzi sono più pregiudicati e giocano con meno pensieri. È questo quello che voglio e spero di inculcarlo anche ai più grandi. Spregiudicatezza non significa giocare tutti all’attacco si devono divertire con la “cattiveria giusta”, si devono sacrificare dal lunedì al sabato, ma la domenica si devono divertire, chi ha più coraggio vince. Ci vuole pazienza perché con i giovani si vive anche di alti e bassi. C’è bisogno dell’aiuto di tutti perché il 70% della squadra è al primo anno, anche al primo anno di esperienza nella Prima Divisione e non è facile in una piazza come Avellino“.
Importante anche il supporto dei tifosi, “Vedendoli cantare ci siamo emozionati. La mia preoccupazione per lunedì è l’impatto con il pubblico che potrebbe rappresentare un’arma a doppio taglio. Molti non sono abituati a giocare in uno stadio con un grande pubblico. Ecco perché chiedo ai miei giocatori la spregiudicatezza dei giovani. L’unica preoccupazione, che ci può essere, è che molti di loro sono al primo anno. Però con il lavoro, la voglia e l’’abnegazione arriveremo a fare le cose perbene. Per dare un sistema di gioco e dare alla squadra un gioco ci voglio dei mesi. Spero di trasmettere le mie idee alla squadra“.
Foligno sarà l’incontro di lunedì sera, “Il Foligno ha avuto dei rinforzi negli ultimi giorni di calciomercato. E’ un mix tra esperti e giovani. Una squadra che in campionato come questo gioca spensierato perché non ha nulla da perdere. L’Avellino gioca in casa e quindi giocherà con qualche pressione in più. Hanno un impianto di gioco preparato. In questo momento come squadra sono davanti a noi. Guarderò chi sta meglio fisicamente, ma è lo spirito di gruppo a poter dire la sua“.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento