Flash news:   Al Santuario di Montevergine domani presentazione del libro di Franco Gabrielli “Camminare tra i libri” domenica al Palazzo Abbaziale di Loreto Il Parco del Partenio senza barriere, si presenta la nuova K-Bike Partiti i lavori di rifacimento del manto stradale di via Nazionale a Torrette Domenica torna la Camminata Rosa da Mercogliano ad Avellino. Foto A Mercogliano “Storie Sonore” storytelling culturale dal 1 e 15 ottobre Elezioni Politiche 2022, l’Irpinia premia il centrodestra: Gianfranco Rotondi alla Camera e Giulia Cosenza al Senato Torna in vigore l’ordinanza per gli abbruciamenti dei residui vegetali a Mercogliano Elezioni Politiche 2022, Oggi silenzio elettorale. Domani si vota: seggi aperti dalle 7 alle 23 Elezioni Politiche 2022, Gianfranco Rotondi chiude la campagna elettorale a Mercogliano. Foto

Tingide del platano, Buonaiuto (Pdl): “Situazione sempre più allarmante, il Comune rimedi ai danni fatti”. Guarda il Video Servizio

Pubblicato in data: 16/9/2011 alle ore:12:09 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Nostro malgrado siamo costretti a tornare sulla problematica che sta interessando i platani di viale San Modestino con la insolita e preoccupante presenza di insetti che sta rendendo impraticabile gli spazi pedonali compromettendo lo svolgimento anche delle attività produttive e commerciali. La questione degli insetti a tutti nota risale al lontano 1993 quando il sindaco di allora prof. Antonio Pellecchia avviò i primi contatti con l’Università di Portici per mettere in atto una serie di interventi per prevenire danni e pianificare una efficacia profilassi. Nel 2001 fu eseguito uno studio puntuale albero per albero per monitorare lo stato di salute delle singole piante e calibrare gli interventi in funzione delle loro reali condizioni con l’iniezione di particolari sostanze alla base degli alberi in modo da consentire attraverso l’apparato linfatico la diffusione in tutta la pianta. Tale intervento andava attuato ogni anno nella primavera inoltrata e non nel mese di novembre quando notoriamente i platani vanno in quiescenza. A seguito dello studio effettuato nel 2001 sono stati attuati gli interventi previsti fino al 2006 quando inopinatamente la Giunta Saccardo con Carullo vicesindaco ha interrotto i trattamenti previsti provocando anno dopo anno un progressivo degrado del viale con le foglie che ingialliscono e cadono già a fine luglio e l’invasione oramai tristemente nota della tingide del platano. Di fronte a tale drammatica situazione che sta minando uno dei luoghi simbolo di Mercogliano, il sindaco Carullo sceglie di fare demagogia anziché riconoscere le proprie responsabilità e ricorrere ai ripari nell’interesse della cittadinanza. Si fa inopinatamente riferimento ad una millantata malattia che a detta dello stesso sindaco interesserebbe tutti i platani dell’Italia mentre basta spostarsi di poco e vedere come i platani di viale Europa sempre di Mercogliano godano di perfetta salute. Ancora una volta si richiamano responsabilità della Regione Campania che mai come questa volta non ha alcuna competenza, mentre basterebbe fare mea culpa e tentare con un briciolo di umiltà di rimediare all’ennesimo danno provocato al nostro Comune.

[flv image=”https://www.mercoglianonews.it/video/platani malati 5 ottobre 2011.jpg”]https://www.mercoglianonews.it/video/platani malati 5 ottobre 2011.flv[/flv]

Antonio Buonaiuto,
Coordinatore cittadino Pdl

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento