Flash news:   Candelora 2023, i ringraziamenti del sindaco Vittorio D’Alessio. Foto Funicolare di Montevergine, pienone di pellegrini per la Candelora. Foto Montevergine, i Vigili del Fuoco con il Gatto delle Nevi per raggiungere la torre della stazione radio base. Foto Strappo nella Giunta D’Alessio: l’assessore Pasquale Ferraro rimette alcune deleghe Candelora2023, il Comune di Mercogliano si tinge dei colori dell’arcobaleno Incontro sinodale nella sala consiliare di Mercogliano L’Avellino a Potenza nel segno del nuovo attaccante Michele Marconi Poste Italiane presenta il progetto Polis: nella capitale anche il sindaco di Mercogliano Domani il terzo appuntamento del calendario de La Candelora a Montevergine Cerimonia di nomina dei Cavalieri dell’Ordine Pontificio di San Silvestro Papa al Palazzo Abbaziale di Loreto. Foto

La Camera vota il Rendiconto con 308 sì ma Berlusconi non ha più la maggioranza

Pubblicato in data: 8/11/2011 alle ore:16:23 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

silvio-berlusconiSi al Rendiconto di Bilancio dalla Camera dei Deputati (foto). Con 308 voti favorevoli (309 votanti: 308 a favore, un astenuto e nessun voto contrario) arriva il via libera da Montecitorio al documento contabile dello Stato.
Ma la votazione sugella anche la fine della maggioranza targata Pdl-Lega per il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che da 316 (maggioranza assoluta) scende a 308.
Sul rendiconto l’opposizione è rimasta in Aula per garantire il numero legale, ma senza votare. Questa la decisione presa da Pd, Idv e Terzo Polo. In tutto 321 onorevoli che non hanno votato, astenendosi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento