domenica 05 febbraio 2023
Flash news:   Funicolare di Montevergine, pienone di pellegrini per la Candelora. Foto Montevergine, i Vigili del Fuoco con il Gatto delle Nevi per raggiungere la torre della stazione radio base. Foto Strappo nella Giunta D’Alessio: l’assessore Pasquale Ferraro rimette alcune deleghe Candelora2023, il Comune di Mercogliano si tinge dei colori dell’arcobaleno Incontro sinodale nella sala consiliare di Mercogliano L’Avellino a Potenza nel segno del nuovo attaccante Michele Marconi Poste Italiane presenta il progetto Polis: nella capitale anche il sindaco di Mercogliano Domani il terzo appuntamento del calendario de La Candelora a Montevergine Cerimonia di nomina dei Cavalieri dell’Ordine Pontificio di San Silvestro Papa al Palazzo Abbaziale di Loreto. Foto Presso l’aula consiliare di Mercogliano premiati i vincitori del concorso “Vetrine e balconi di Natale 2022”. Foto

Legambiente, frane e alluvioni: a rischio l’88% dei comuni irpini

Pubblicato in data: 8/11/2011 alle ore:15:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

L’88% dei comuni irpini è a rischio frane e alluvioni: in pratica 105 comuni su 119. E’ quanto emerge dal dossier Ecosistema rischio 2011 redatto da Legambiente e Dipartimento della Protezione civile. Il primato negativo in Campania va a Salerno con il 99% dei comuni a rischio. Peggio di Avellino anche Benevento (96%). Seguono Caserta (77%) e Napoli (62%). Vanno alla provincia di Avellino le tre maglie nere assegnate in Campania da Legambiente per i mancati interventi di mitigazione del rischio: si tratta die comuni di Bagnoli Irpino, Moschiano e Quindici. I comuni più attivi in regione, invece, sono stati Pollica e Sapri, entrambi in provincia di Salerno.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento