alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Chioschi Montevergine, riunione dei commercianti con il sindaco questo pomeriggio. D’Alessio: “Ci impegneremo per trovare tutte le soluzioni possibili” Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Spari contro auto di giovani a Mercogliano, sequestrata la vettura: Polizia a caccia di due sospetti Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario

Rapina al distributore di contrada San Tommaso, arrestato dai Carabinieri 21enne di Mercogliano

Pubblicato in data: 17/3/2012 alle ore:16:25 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Nell’ambito dei servizi predisposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, finalizzati al contrasto dei reati di tipo predatorio, i Carabinieri della Compagnia di Avellino, al termine delle attività d’indagine condotte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Avellino, dott. Giuseppe Riccardi, nei confronti di un 21enne di Mercogliano resosi responsabile del reato di rapina. Il tutto avvenne nella mattinata dello scorso 23 gennaio quando il giovane alla guida della propria autovettura decise di fare rifornimento presso un distributore di carburanti di Contrada San Tommaso ad Avellino con la chiara intenzione di non pagare e scappare via, consumando quindi un furto. Tuttavia il ragazzo non aveva pensato all’eventuale reazione che avrebbe potuto avere il proprietario del distributore e così, trovandosi davanti l’uomo che si era accorto delle intenzioni del giovane e che lo stava invitando, dunque, a recarsi presso la cassa per il pagamento, decideva di ingranare la marcia e scappare via travolgendo il 40enne gestore dell’impianto che, fortunatamente, non ci ha rimesso la vita ma “soltanto” delle lesioni piuttosto gravi. Oltretutto il giovane alla guida del veicolo non si fermava per prestare soccorso all’uomo ma si dava alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Immediatamente sono iniziate le indagini del militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino, coordinati dal Sostituto Procuratore di turno presso il Tribunale di Avellino, dott.ssa Cecilia Annecchini. Nell’immediatezza dei fatti venivano visionate le immagini del sistema di videosorveglianza del distributore di carburanti, escusse le persone informate sui fatti e raccolti altri elementi che portavano gli inquirenti a convergere sul giovane di Mercogliano. Quindi, a conclusione delle attività di indagine condotte dai militari dell’Arma, emergevano evidenti responsabilità a carico del 21enne di Mercogliano, nei confronti del quale il Gip del Tribunale di Avellino nella giornata di ieri ha deciso di emettere una ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari. I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno proceduto a dare esecuzione al provvedimento cautelare emesso nei confronti del ragazzo nella stessa serata di ieri ed hanno provveduto ad accompagnarlo presso la propria abitazione sottoponendolo agli arresti domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento