alpadesa
  
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

L’Avellino perde in casa con il Monza e abbandona i sogni play off. Bucaro: “L’arbitro oggi ci ha penalizzato”

Pubblicato in data: 4/3/2012 alle ore:17:29 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo
E ‘amaro il ritorno dei lupi al Partenio-Lombardi dopo 35 giorni di esilio forzato a causa della neve. Il Monza si impone per 2-1 con una doppietta di Tiboni. A nulla serve la rete di De Angelis dal dischetto. L’Avellino non è apparso al massimo della concentrazione e alquanto distratto. La squadra di Motta segna alla prima azione e per l’Avellino la gara è subito in salita. Il tecnico dei lupi Giovanni Bucaro deve rinunciare ad Arcuri squalificato e Manuel Ricci infortunato. Mentre Massimo e Herrera non al top vanno in tribuna. Nel collaudato 4-3-3 spazio dall’inizio a Renato Ricci in mediana e Millesi nel tridente offensivo. In difesa confermato Izzo. Come sempre in porta Fumagalli, in difesa da destra verso sinistra Zappacosta, Cardinale, Izzo, Pezzella. In mediana Malaccari, D’Angelo e Renato Ricci. Tridente offensivo composto da Millesi-Zigoni e De Angelis. Dopo un buon inizio da parte dei lupi è il Monza a passare già dopo sei minuti al primo vero e proprio affondo. Lancio di Biso per Tiboni che si libera della marcatura e mette alle spalle di Fumagalli. Due minuti dopo è Izzo a salvare i lupi, su una nuova incursione dell’ex Foggia. 10’ lancio di Iacopino per Vallagussa, telefonata tra le braccia di Fumagalli. 14’ Malaccari recupera un pallone a centrocampo si avvicina alla porta e calcia a rete. Tiro deviato in angolo. La reazione dei lupi è molto confusionaria. 31’ cambio di gioco di De Angelis per Millesi, il capitano fa partire un tiro a girare che da l’illusione del gol. E’ la prima fiammata dei lupi in questa gara. 33’ punizione di Millesi dal vertice destro dell’area, Zigoni al centro impatta e colpisce la traversa. Altra occasione per un lupo che sta crescendo. 39’ Cross di Ricci dalla sinistra, spizzicata di un difensore biancorosso, Millesi al volo centrale. 41’ Millesi calcia a rete, Castelli respinge, Ricci calcia e sulla linea Zullo respinge. Palla a De Angelis che conclude a colpo sicuro, ma Boscaro salva con la mano. Rigore sacrosanto, non per l’arbitro. Proteste dell’Avellino, con Zammuto ammonito dalla panchina. Fischi pure dei tifosi per il direttore di gara, dopo il vantaggio degli ospiti i biancoverdi sono saliti in cattedra. Il secondo tempo si apre con L’Avellino in avanti. Dopo otto minuti Izzo recupera palla serve D’Angelo che calcia dai venticinque metri. Pallone che finisce di poco fuori. Mister Bucaro corre ai ripari e inserisce Thiam e Lasagna per Malaccari e Pezzella. Ricci scala in difesa, Millesi arretra a centrocampo. L’allenatore biancoverde tenta il tutto per tutto. 16’ azione dell’Avellino in contropiede Millesi serve Thiam che si accentra e calcia. Tiro che finisce fuori. 24’ azione manovrata dell’Avellino che è anche molto sfortunato. D’Angelo serve De Angelis, pallone nuovamente al centro per il centrocampista che calcia fuori. 25’ raddoppio del Monza con Tiboni che fa partire un tiro dai venticinque metri che si piazza nell’angolino. 31’ rigore per l’Avellino fallo di mano di Zullo, De Angelis (32’) dal dischetto mette nell’angolino alla sinistra di Castelli. Lupi nuovamente in partita. I bincoverdi ci credono e tentano l’impresa ma non riescono a raddrizzare l’incontro. E mercoledì nuovamente in campo contro la Pro Vercelli (ore 14.30). In sala stampa si presenta un Bucaro amareggiato per la direzione di gara e punta il dito contro l’arbitro: “Non abbiamo subito, non è stata una giornata perfetta. Oggi l’arbitro è stato pessimo. Avevamo la possibilità di pareggiare con un rigore netto non concesso. Un pò ci siamo innervositi, abbiamo provato a cambiare qualcosa e non siamo stati lucidi”. Il tecnico biancoverde prosegue nella sua analisi: “Potevamo segnare con D’Angelo, ma non c’è andata bene ed il Monza ci ha fatto il secondo gol. Non possiamo guardare sopra, pensare ai play-off. Non dobbiamo appiattirci. Questo rischio non possiamo assolutamente correrlo. Ora cerchiamo di rifarci mercoledì, altrimenti diventa difficile”. Sulla possibilità di cambiare alcune pedine con la Pro Vercelli: ”Spero di recuperare qualcuno per Mercoledì, domani ci rivedremo. Se qualcuno tornerà ci permetterà di creare qualche cambio. Ho inserito Thiam per provare ad avere più appoggi li davanti. Il Monza si è difeso bene, ma credo che nel nostro momento migliore siamo stati puniti ingiustamente”.
AVELLINO-MONZA 1-2
AVELLINO (4-3-3): Fumagalli; Zappacosta, Izzo, Cardinale, Pezzella (15′ st Lasagna); D’Angelo, Malaccari (15′ st Thiam), Ricci; Millesi, Zigoni, De Angelis. A disp.: Fortunato, Zammuto, Puleo, De Gol, Capua All.: Bucaro.
MONZA (4-3-1-2): Castelli; Cattaneo, Boscaro, Zullo, Bugno; Valagussa, Biso, Lewandowski (21’st Anghileri); Iacopino; Tiboni (32′ st Romano), Colacone (38′ st Terragrossa). A disp.: Marcandalli, Zenoni, Fiuzzi, Prato All.: Motta.
ARBITRO: Magnani di Firenze.
Guardalinee: Lobozzo e Favia.
MARCATORI: 6′ pt e 25′ st Tiboni (M), 32′ st De Angelis(A, rig.).
AMMONITI: Ricci (A), Zammuto (A), Biso (M), Lewandowski (M), Zullo(M).
NOTE: spettatori 2000 circa. Angoli:3-0 Avellino. Recupero: pt 1′; st 5′.
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento