alpadesa
  
Flash news:   Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza Controlli e sequestri dei Carabinieri Forestali di Avellino in supermercati di Atripalda e Mercogliano Coppa Italia, vittoria in rimonta con la Cavese. Foto Maltempo, chiusi parchi pubblici e cimitero a Mercogliano Allerta meteo arancione, oggi scuole chiuse a Mercogliano Coppa Italia Avellino-Cavese, info sui biglietti Infiltrazioni al PalaDelMauro, gara rinviata

Stanotte ritorna l’ora legale, lancette avanti di un’ora

Pubblicato in data: 24/3/2012 alle ore:16:05 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

ora-legaleStanotte ritorna l’ora legale, lancette avanti di un’ora. Esattamente alle 2:00 bisognerà posizionare le lancette dell’orologio sulle ore 3:00. Per tutti un’ora in meno di sonno ma si guadagnerà un’ora in più di luce la sera. L’ora legale, che resterà in vigore fino al 28 ottobre prossimo quando si ritornerà all’ora solare, verranno risparmiati 630,2 milioni di kilowattora per un risparmio stimato per il 2012 di circa 95 milioni di euro. In Italia l’ora legale è in vigore dal 1966, in linea con i paesi dell’Unione Europea. E’ stata adottata la prima volta nel 1916 ed è rimasta in uso fino al 1920 per essere abolita e riconfermata molte volte tra il 1940 e il 1948 a causa della seconda guerra mondiale. E’ stata poi adottata dall’Italia definitivamente con una legge del 1965.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento