alpadesa
  
sabato 30 maggio 2020
Flash news:   Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Pentecoste, domenica Santa Messa presso la Basilica Cattedrale del Santuario di Montevergine Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive Tosap, Imu e Tari: il Comune scende in campo per il sostegno ai commercianti. FOTO Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593 Screening sierologico ad Ariano: sono 60 i positivi al tampone Spari contro auto di giovani a Mercogliano, oggi in Prefettura Comitato per l’ordine pubblico

“Francesco è pronto e sposerà Tina Turner”, martedì la presentazione del libro al centro Campanello

Pubblicato in data: 13/4/2012 alle ore:01:31 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

Martedì 17 aprile alle ore 18.00 presso il centro sociale “Campanello” di via Nazionale a Torrette di Mercogliano la presentazione del libro “Francesco è pronto e sposerà Tina Turner” di Gerardo Pepe. L’incontro si svolge nell’ambito del progetto didattico “Dizionario – Le chiavi della Città”. A moderare la presentazione dopo i saluti del sindaco Carullo, l dott.ssa Donatella De Bartolomeis. Presente anche la dott.ssa Lucia Sbrescia consigliere delegato alla Pubblica Isttruzione, il  prof. Pasquale ARENIELLO e il Dott. Gerardo PEPE.

Libro presentato al premio Strega 2011

Gerardo Pepe di Atripalda (AV), non è un volto nuovo nel variegato panorama culturale irpino. Presidente dell’AIPD (associazione italiana persone Down sez di Avellino) per diversi anni ha curato il Premio letterario Kriterion e ha a suo carico diverse pubblicazioni tra le quali si ricorda un’antologia edita dalla Mondadori.

Francesco è pronto – e sposerà Tina Turner non è solo un romanzo suffragato da un ritmo narrativo incalzante, sorretto da una scrittura improntata a capacità di immedesimazione con indubbi effetti di immediatezza, ma è parte di un progetto più ampio, un progetto alla responsabilità e alla vita, un tentativo di investire in educazione. Dedicato a tutti i bambini Down mai nati, ci mostra le nuove frontiere e le nuove conquiste di questi ragazzi ai quali ormai sta stretto il ruolo nel quale per anni sono stati relegati.

Il libro narra di una famiglia dei nostri giorni colta disunita dall’improvvisa morte del padre, che si troverà sentimentalmente raccolta intorno alla presenza di Francesco, un ragazzo affetto dalla sindrome di Down, la cui condizione di diversità si rivelerà empaticamente come un’aggiunta di qualità umane, psichiche e morali, che la ‘normalità’ non possiede più e che invece la vicenda proposta dall’autore recupera esemplarmente.

Questo è il tema centrale del romanzo e la tesi che lo sostiene, tuttavia attraverso la storia degli altri fratelli l’autore affronta tematiche importanti che avvolgono il difficile mondo dell’adolescenza, della tossicodipendenza, delle sette sataniche, del disfacimento delle famiglie dovute a ritmi sempre più frenetici e alla mancanza di ascolto.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento