alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino

Con il nuovo anno scolastico è stangata per le famiglie: costi dei libri aumentati del 5%

Pubblicato in data: 13/9/2012 alle ore:17:13 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Gli alunni irpini sono tornati questa mattina tra i banchi di scuola. Ma con il nuovo anno scolastico arriva anche una nuova stangata per le famiglie. E’ pari al 5% il rincaro dei libri di testo per le scuole medie medie di primo e secondo grado rispetto all’anno passato e al tetto massimo fissato dal Ministero dell’Istruzione. Ore di fila davanti alle librerie dell’usato per accaparrarsi i volumi disponibili con un risparmio che può arrivare anche al 40%. Se da una parte è corsa al libro usato per molti diventa necessario l’acquisto del nuovo perché i testi diventano sempre più tecnologici. In allegato ai libri troviamo, infatti, cd, dvd e password per accedere a materiale extra su internet sul quale studiare. Con un particolare, secondo la legge infatti non posso essere più adottati libri esclusivamente cartacei la cui iva al 4% è a carico dell’editore, ma appunto volumi corredati da supporto multimediale a cui è applicata invece l’iva al 20% a carico del cosnumatore. La spesa per le famiglie è maggiore per i primi anni di scuola poiché alcuni libri durano anche per gli anni successivi, a cui si aggiungono le spese di dizionari per una media di oltre 300 euro. Per il liceo classico e lo scientifico i rincari più pesanti, 380 invece di 335 e 360 invece di 320 euro. Nessun aumento invece per gli istituti tecnici rispetto al limite masso fissato dal Miur pari a 320 euro, meno cari anche gli istituti professionali la cui spesa, in base agli indirizzi si aggira tra i 250 e i 300 euro. Testi che rimangono invariati per almeno 6 anni per gli istituti di 1° e 2° grado salvo aggiornamenti dei contenuti, secondo il decreto ministeriale del 2009. Alle spese però si aggiungono anche i cosiddetti testi consigliati ma non con obbligo di acquisto come libri di narrativa ed eserciziari.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento