alpadesa
  
Flash news:   Chioschi Montevergine, riunione dei commercianti con il sindaco questo pomeriggio. D’Alessio: “Ci impegneremo per trovare tutte le soluzioni possibili” Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Spari contro auto di giovani a Mercogliano, sequestrata la vettura: Polizia a caccia di due sospetti Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532

Sentieri Mediterranei, week end di concerti in Abbazia curati dall’Associazione Stravinsky

Pubblicato in data: 27/9/2012 alle ore:08:22 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Sabato 29 e domenica 30 settembre due importanti appuntamenti con la musica cameristica curata dall’Associazione Stravinsky nel Salone degli Arazzi presso l’Abbazia di Loreto a Mercogliano. Per Eventi in Abbazia nell’ambito della XIV edizione di Sentieri Mediterranei, alle ore 18.30 (ingresso consentito dalle ore 18.00 in poi fino ad esaurimento posti a sedere), il 29 settembre si esibirà il duo toscano formato da Paolo Zampini al flauto e Primo Oliva al pianoforte: la prima parte del programma sarà dedicata a Claude Debussy con l’esecuzione anche di Syrinx pezzo importantissimo del repertorio solistico per flauto. Nella seconda parte invece è prevista l’esecuzione della Prima Jazz Suite per flauto e pianoforte di Claude Bolling.

Paolo Zampini ha compiuto i suoi studi flautistici sotto la guida di Severino Gazzelloni. Da oltre 30 anni svolge attività concertistica sia come solista sia come componente di importanti Orchestre ed Ensemble: Sinfonica della RAI di Roma, Roma Sinfonietta, Gruppo di Roma, Orchestra dell’Amit, Solisti dell’Accademia Filarmonica Romana, Orchestra Nazionale di Santa Cecilia. Ha registrato, in qualità di solista, colonne sonore per il cinema, collaborando poi con il maestro Nicola Piovani per i lavori teatrali; con il maestro Franco Piersanti per i concerti dedicati a Nino Rota; con il maestro Luis E. Bacalov per i concerti con musiche tratte da film. Interprete tra i preferiti dal maestro Ennio Morricone, da molti anni ne esegue le musiche da film e da camera. Ha effettuato concerti in Francia, Belgio, Inghilterra, Germania, Norvegia, Rep. Cèka, Polonia, Israele, Stati Uniti, Spagna, Giappone, Corea, Siria, Portogallo, Russia Ha registrato per Rai Uno, Mediaset e Tele Montecarlo. Recentemente ha inciso in Trio un CD, Film Music, dedicato alle musiche da film del maestro Morricone. Paolo Zampini compare inoltre, insieme a Gilda Buttà e a Luca Pincini, nel DVD Warner, “Ennio Morricone – Arena Concerto”. Da ricordare anche la sua lunga collaborazione con il maestro Roberto Pregadio. Nel 2003 incide la prima Jazz suite di C. Bolling con P. Oliva, R. Pareti, C. Cuseri. Attualmente è docente di Flauto al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze.

Primo Oliva si è diplomato al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida dei maestri Scarpini e Rosati. Ha intrapreso la carriera concertistica sia come solista che come collaboratore di gruppi (Quartetto Italiano di sax “A. Sax”, Quartetto Italiano di Clarinetti “C.M. Weber”) e di attori di teatro quali Arnoldo Foa e Nando Gazzolo. Ha tenuto concerti in Europa e negli Stati Uniti, esibendosi tra l’altro nella prestigiosa Carnegie Hall di New York, ed al Kingsbo Rough Community College. Attivo come compositore ha riscosso un notevole successo in particolare per le opere “All’alba” (Festival C.I.PA.M, 1987), “Contemplazione” (Carnegie Hall di New York, 1988), “L’invisibile filo dell’aquilone” (Avella Festival, 1989), “Tramonto di un sogno” (Stanze Ulivieri 1990), “Bellissima trama” (Università per stranieri di Perugia 1993), “La mia piazzetta” (Montevarchi, 1998). Ha effettuato registrazioni radiofoniche e televisive per la RAI e incisioni per le case discografiche R.C.A. e Charleston. Nel 2003 pubblica il Cd “Suite n. 1 for flute and jazz piano” (Claude Bolling ) assieme ai musicisti Paolo Zampini, Claudio Cuseri e Raffaello Pareti.

Domenica 30 settembre invece si esibirà il duo pianistico formato da Sandro Baldi e Paola Peresson che si alterneranno da soli ed a 4 mani in un repertorio quasi interamente dedicato a Debussy: oltre alle Sei Epigrafi Antiche, eseguiranno alcuni Preludi, l’Arabesca n. 1, lo Studio n. 11 ed il famosissimo « Clair de lune ».

L’ingresso ai concerti è gratuito.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento