alpadesa
  
sabato 08 agosto 2020
Flash news:   Messaggio della mamma di Ascanio per ringraziare gli irpini residenti a Boston: “L’affetto e l’amore che ci hanno dimostrato va oltre ogni confine” Il “Viaggio” di Paolo Speranza, galà lirico al tramonto e le stelle di Campo Maggiore: lunedì 10 agosto Montevergine protagonista L’ irpino Matteo Piantedosi è da oggi il nuovo Prefetto di Roma. Le congratulazioni del sindaco di Mercogliano Amdos Mercogliano, nell’assemblea non approvato il bilancio 2019: “Messo finalmente un punto di stop e si va avanti all’insegna del volontariato, solidarietà e grande stima” Coronavirus, nuovi contagi ad Avellino e Atripalda Domani visita in Irpinia per il Ministro Bonetti e il senatore Matteo Renzi Montevergine, al via il taglio dell’erba lungo la strada provinciale 274 “Stai comm’ o’ beato Giulio”: il 10 agosto a guardare le stelle cadenti a Montevergine con il Parco del Partenio Regionali, Castiglione FdI: De Luca sta distruggendo l’agricoltura Irpina Coronavirus, altri 7 casi positivi e 3 guariti in Campania oggi: in totale sono 5.016

Inchiesta Slot, due assoluzioni in Corte d’Appello

Pubblicato in data: 24/11/2012 alle ore:18:15 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Due assoluzioni e due pene ridotte. In Appello nuovo colpo di scena per quanto riguarda l’inchiesta “Slot” condotta dai carabinieri e coordinata dall’Antimafia di Napoli. Dopo 17 mesi di reclusione ed una condanna in primo grado a quattro anni di carcere, è stato assolto Antonio Romano di Mercogliano: era accusato di estorsione aggravata dal metodo mafioso. A quanto pare si sarebbe trattato di uno scambio di persona. Assoluzione anche per Beniamino Pagano mentre per i fratelli Galdieri (Pasquale e Nicola) la pena è stata ridotta da quattro a due anni. Nei loro confronti è caduta l’aggravante mafiosa.
La sentenza è stata clamorosa, in particolare per l’imputato Antonio Romano accusato ingiustamente. L’uomo, che non ha potuto assistere alla nascita del suo primo figlio, è in galera da diciassette mesi.
Ora potrà riacquistare la sua vita, in quanto il giudice ha disposto la immediata scarcerazione. Determinanti sono state anche le indagini difensive portate avanti dagli avvocati degli imputati Gaetano Aufiero e Dario Vannetiello. La lettura del dispositivo è stato molto emozionante per i familiari di Romano, che hanno visto finalmente libero il loro congiunto. Romano ha potuto, infatti, abbracciare per la prima volta il suo bambino.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento