alpadesa
  
domenica 20 ottobre 2019
Flash news:   Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto Mister Eziolino Capuano si presenta: «Sogno la Serie B con i lupi» Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del Gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano

Sidigas Avellino in caduta libera, brutta sconfitta a Sassari con il punteggio di 102 a 81. Valli a rischio esonero

Pubblicato in data: 11/11/2012 alle ore:22:44 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Ennesima figuraccia stagionale per la Scandone che contro Sassari non entra mai in partita. Una brutta prova per i biancoverdi che riescono ad offrire uno spettacolo peggiore di quello visto contro Cantù. Non si salva nessuno dal ko sassarese, partendo dal coach Valli. Bisogna prendere provvedimenti per riuscire a raddrizzare la stagione. A questo punto l’addio dell’allenatore sembra essere imminente.Ritmi molto alti, Sassari e Avellino si affrontano a viso aperto cercando di superarsi a vicenda sin dalle battute iniziali. Quattro triple subito a segno per la formazione di Sacchetti. Il migliore dei lupi è Dragovic. Al primo time out chiamato dal coach irpino Valli il tabellone marca 18 a 9 per i sardi. Gli irpini non riescono a ab reagire all’ottimo gioco prodotto dai sardi che imbrigliano Avellino nella propria manovra. Ebi e Shakur provano a prendere per mano la squadra ma senza riuscirci. Dinamo si porta avanti 24 a 13. E’ un monologo dei padroni di casa che chiudono 30 a 17.
Sassari è una macchina perfetta, Avellino non riesce ad uscire dal guscio e come un pugile suonato subisce una serie di colpi. Il match, sembra ormai segnato. Senza idee e con poco carattere i lupi cadono sotto i colpi dei padroni di casa. Al time out chiamato da Sacchetti il risultato è di 36 a 23. Avellino sembra avere uno scatto d’orgoglio e si porta a meno 11. Ma due triple di Ingerki e Diener riportano i biancoverdi sulla terra: 42-27. Il secondo quarto si chiude 53-36.
Mavraides apre il terzo quarto, ma è solamente un fuoco di paglia. Sassari mette ancora la freccia grazie ad un parziale di 15 a 2. Risultato che va sul 65 a 43. Delusi e ammutoliti i tanti supporters biancoverdi sbarcati in Sardegna. I padroni di casa dilagano con alcuna reazione da parte di Avellino: 79 a 59.
Sassari rallenta, convinta di aver chiuso la pratica. Avellino, non reagisce in alcun modo per provare a rendere il passivo meno umiliante. Lupi senza idee e allo sbando. Valli prova a raddrizzare le cose, mandando sul parquet Crow, Mavraides e Biliga. I padroni di casa restano sempre avanti di venti e chiudono il match con un pesante 102-81.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento