Flash news:   Candelora 2023, i ringraziamenti del sindaco Vittorio D’Alessio. Foto Funicolare di Montevergine, pienone di pellegrini per la Candelora. Foto Montevergine, i Vigili del Fuoco con il Gatto delle Nevi per raggiungere la torre della stazione radio base. Foto Strappo nella Giunta D’Alessio: l’assessore Pasquale Ferraro rimette alcune deleghe Candelora2023, il Comune di Mercogliano si tinge dei colori dell’arcobaleno Incontro sinodale nella sala consiliare di Mercogliano L’Avellino a Potenza nel segno del nuovo attaccante Michele Marconi Poste Italiane presenta il progetto Polis: nella capitale anche il sindaco di Mercogliano Domani il terzo appuntamento del calendario de La Candelora a Montevergine Cerimonia di nomina dei Cavalieri dell’Ordine Pontificio di San Silvestro Papa al Palazzo Abbaziale di Loreto. Foto

L’anatema di Don Vitaliano: “Chi vota per Giuseppe De Mita non è amico della nostra parrocchia”

Pubblicato in data: 14/1/2013 alle ore:16:14 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Non votate per Caldoro e per Giuseppe De Mita”. Nuova provocazione di don Vitaliano Della Sala che per protestare contro il mancato arrivo dei fondi per Capocastello e per la chiesa Madre di Mercogliano durante la messa dell’Epifania ha chiesto ai fedeli di non votare per il governatore e per il suo vice. “I soldi sono stati già stanziati dall’Unione europea e girati alla Regione che avrebbe dovuto consegnarli alla parrocchia, ma fino ad ora non si è mosso nulla” – ha fatto sapere il prete.

Il parroco di Mercogliano ha lanciato dall’altare un appello ai suoi fedeli: non vi dico per chi votare, ma per chi non votare. E ha accusato il presidente della Regione Caldoro e il suo vice, Giuseppe De Mita, di essere i responsabili del mancato arrivo dei fondi alla sua chiesa per i lavori di ristrutturazione.

Durante la Messa dell’Epifania – dice don Vitaliano – ne ho parlato senza giri di parole dall’altare. Ho accusato il presidente Caldoro, e soprattutto il nostro conterraneo Giuseppe De Mita, di essere i responsabili della mancata consegna dei soldi che l’Europa già ha assegnato a questa parrocchia. E visto che De Mita si candida al Parlamento, mi son chiesto ad alta voce dall’altare se uno che non sa amministrare le cose della Regione Campania, può pretendere di amministrare il Paese. Non mi sognerei mai di dirvi per chi votare – ha detto il prete durante l’omelia – non l’ho mai fatto e mai lo farò dall’altare; ma posso chiedervi per chi no” votare: chi appoggia De Mita Giuseppe alle prossime elezioni, non è amico della parrocchia e non deve più lamentarsi per le infiltrazioni, per il degrado delle opere d’arte, per il freddo in chiesa, per i crolli che sempre più spesso avvengono. Solo consegnandoci i soldi che la Regione ci ha sottratto, potremo iniziare i lavori di restauro della Chiesa“.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento