alpadesa
  
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

Così non va – Rifiuti abbandonati a ridosso della Funicolare ferma. Foto

Pubblicato in data: 12/2/2013 alle ore:15:57 • Categoria: Così non vaStampa Articolo

Rifiuti abbandonati nei pressi della Funicolare chiusa dallo scorso 12 ottobre (foto). A dare l’allarme alcuni cittadini di Mercogliano che hanno notato materiale di ogni tipo gettati proprio a ridosso dello storico mezzo di trasporto che conduce a Montevergine. I vagoni però sono ormai fermi da settimane a causa della mancanza dei fondi dalla Regione Campania (1,5 milioni di euro) per eseguire i lavori di manutenzione necessari alla messa in sicurezza dell’impianto. Rammaricati i cittadini si rivolgono agli amministratori locali per far sì che la struttura e i vagoni stessi siano conservati in maniera decorosa e soprattutto affinché presto possano tornare a funzionare regolarmente per consentire ai tanti fedeli di raggiungere il Santuario di Mamma Schiavona.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento