Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Installato un nuovo sensore meteorologico presso l’Osservatorio di Montevergine. Foto Presentato il nuovo volto della struttura della Fondazione Asilo Infantile Santangelo a Mercogliano. Foto Il nuovo volto dell’Asilo Santangelo di Mercogliano: sabato si presenta il progetto Anteprima nazionale il 28 novembre del film “Il Miracolo di Montevergine” Incidente notturno a Mercogliano: trentenne denunciato per “Guida sotto l’influenza di alcool”. Mercogliano, denunciate una ventenne e una trentenne per “furto aggravato” Nuovo orario di apertura al pubblico degli uffici comunali a Mercogliano per ridurre i consumi di energia e riscaldamento Felice Scandone, il logo acquistato dall’imprenditore atripaldese Marco Trasente Affido e accoglienza dei minori stranieri, convegno a Mercogliano. Foto

Derby amaro per l’Avellino: biancoverdi battuti 2 a 0 dal Benevento

Pubblicato in data: 3/2/2013 alle ore:22:44 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

Squadra Avellino CarrareseSeconda sconfitta consecutiva e prima sconfitta interna per i  lupi di mister Rastelli nel derby contro il Benevento.
Buona la prova dei lupi nel primo tempo che però non riescono a concretizzare le occasioni da rete create e nel secondo tempo crollano sotto i colpi dei sanniti con i gol di Marotta e Marchi.
Massimo Rastelli lascia fuori Fabbro e Angiulli, rilancia Millesi e Giosa dal primo minuto. Mentre in attacco a sostituire Castaldo, assente per squalifica, ci sarà il neo acquisto Zigoni. Fumagalli in porta, difesa a quattro con Zappacosta e Pezzella sugli esterni ed il duo Giosa-Izzo in mezzo. A centrocampo Millesi, Massimo D’Angelo. In avanti dietro a Biancolino e Zigoni il rientrante De Angelis reduce da squalifica. Primo tempo tutto di marca biancoverde: prima azione del Benevento al 9’ conclusione di Marchi dalla distanza, palla out. Al 21’ si fa vedere l’Avellino. Perfetto cross di Millesi al centro per Zigoni che di testa  non riesce ad impensierire il portiere sannita Gori che blocca. Il Benevento non sta a guardare e replica con un tiro di Mancosu ma Fumagalli non si fa sorprendere e blocca. Al 31’ e’ Millesi a farsi vedere su punizione  dal vertice destro dell’area di rigore, Izzo impatta di testa ma L’estremo difensore del benevento non si fa sorprendere. Al 34’ Biancolino arriva in area e calcia a rete, conclusione murata. Al 37′ e’ De Angelis a fallire l’appuntamento con la rete con un destro che termina al lato. Ed l’ultima azione degna di nota nel primo tempo. Nel secondo tempo calano i lupi anche visto il campo pesante causa la pioggia incessante sul capoluogo irpino. Dopo un minuto l’Avellino ci prova con con Millesi che lancia Catania che calcia fuori. Il tacco di quest’ultimo finisce all’ex Catania che calcia al lato. Al 10’ sale il benevento che con Mancosu tira dal limite ma Fumagalli e’ pronto. All’11’ Marotta porta in vantaggio i giallorossi: abile a sfruttare un cross di Marchi mettendo la palla in rete. Sull’azione successiva ci prova Biancolino a rimettere le cose apposto da fuori,ma  Gori blocca. Al 18’ Marchi supera Giosa giunge in area e calcia a rete. Pallone nell’angolo deviato da Fumagalli forse colpevole su questa rete.  E’ un Avellino che non riesce a passare e a riprendere il match. Finisce così la gara con il Benevento che fa festa sotto la propria Curva ed i biancoverdi che incassano il secondo stop consecutivo dopo quello di Pagani. Un ko che fa aumentare la distanza dalla capolista Latina.Sabato, nell’anticipo delle ore 16, bisognerà giocare con un altro piglio sul difficile campo del Barletta.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento