alpadesa
  
Flash news:   Decoro urbano e animali d’affezione, Graziano (M5S): “Bene la risposta del sindaco alla nostra richiesta di intervento“ Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Mercogliano si colora di arancione: da oggi partono le iniziative di sensibilizzazione Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi

Fondi regionali: arresti domiciliari per il consigliere regionale Sergio Nappi

Pubblicato in data: 22/4/2013 alle ore:09:47 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Truffa ai danni dello Stato: con questa ipotesi di reato, sono state eseguite questa mattina due ordinanze da parte della Guardia di Finanza nei confronti dei consiglieri regionali della Campania, Sergio Nappi – arresti domiciliari – e Raffaele Sentiero – obbligo di dimora. Entrambi i politici sono stati eletti nella lista Noi Sud e Nappi è stato candidato alle passate consultazioni nazionali con il Mir di Samorì. L’inchiesta è condotta dal pm Giancarlo Novelli della sezione reati contro la pubblica amministrazione della Procura di Napoli e coordinata dal Procuratore aggiunto Francesco Greco. Secondo l’inchiesta della procura di Napoli, i due avrebbero usato per fini personali i fondi pubblici messi a disposizione dalla Giunta regionale per la comunicazione. Le fiamme gialle hanno riscontrato una serie di irregolarità. Nappi e Sentiero si sarebbero impossessati in maniera illecita rispettivamente di 31mila e 22mila euro. Gli inquirenti hanno rinvenuto, tra l’altro, una fattura presentata da Nappi per ottenere il rimborso che presenta una data addirittura anteriore alla sua elezione in Consiglio regionale. Tra le fatture presentate da Sentiero ne è stata rinvenuta una falsa rilasciata da un pregiudicato di Castel Volturno (Caserta) che in cambio avrebbe ricevuto 100 euro. Per lo stesso filone nei mesi scorsi erano stati iscritti nel registro degli indagati altri consiglieri regionali tra i quali Massimo Ianniciello che è agli arresti domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento