alpadesa
  
Flash news:   Oggi il Giorno della Memoria per non dimenticare la tragedia della Shoah Non basta Micovschi, finisce 1-1 col Picerno “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre La Scandone Avellino battuta da Citysightseeing Palestrina per 57-60 Capocastello, iniziano i lavori di messa in esercizio della rete del gas Avellino, arriva il portiere Andrea Dini M5S raccoglie le firme domani a Mercogliano per l’installazione di centraline per rilevare le polveri sottili Oggi 24 gennaio si festeggia San Francesco di Sales patrono dei giornalisti Incidente sotto la galleria del Monte Pergola: due feriti Capocastello, approvato studio di fattibilità per la messa in sicurezza del borgo

Cavaliero regala alla Sidigas la vittoria all’ultimo secondo, Enel Brindisi battuta per 85-83. FOTO

Pubblicato in data: 26/12/2013 alle ore:19:51 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

avellino-brindisi1Cavaliero con un canestro da due punti all’ultimo secondo, regala alla Sidigas Scandone Avellino la vittoria contro Enel Brindisi per 85-83.
Rimonta degli irpini, costretti sin dai primi minuti di gioco a dover rincorrere i pugliesi sempre avanti sul tabellino fino al quarto quarto.
Partita dai ritmi sostenuti con le due squadre che si sono combattute punto su punto.
Per i biancoverdi Cavaliero, Lakovic e Ivanov i migliori. La squadra di Vitucci riesce così nell’impresa e riacciuffa la partita proprio nel finale con un bel canestro di Cavaliero, nel momento in cui le due squadre stavano a pari punti ad 83.
Soddisfatto a fine gara coach Vitucci: “E’ stata una vittoria importante. Per il tipo di partita che si è delineata per lungo tempo sono ancora più contento. Potevano chiuderla prima loro, potevamo chiuderla noi. E’ stata una partita molto faticosa.Un plauso ai miei giocatori che anche sotto di 15 punti non hanno mai mollato. La reazione, non solo emozionale, di carattere è stata importante. Abbiamo vinto con una giocata finale di Cavaliero ma nell’ultimo quarto siamo stati perfetti. Non dobbiamo esaltarci ma se pensiamo che la vittoria su Brindisi è un punto di partenza allora vuol dire che siamo sulla strada buona. Non commento l’arbitraggio ma tra primo e secondo tempo ci sono stati due metri di giudizi”.
Avellino ora guarda alle Final Eight: “Mancano tre partite dure contro Milano, Montegranaro e Reggio Emilia. E’ un obiettivo possibile e quindi ci proviamo. Per me è più importante trovare un’identità di squadra. E’ meglio consolidare quello che siamo”.
Sulla prestazione di Lakovic infine: “E’ stato bravo perché è stato messo molto sotto pressione. Ancora non sta bene fisicamente. Ha fatto un grandissimo sforzo e sono contento della sua prova”.
Avellino: Thomas 14, Biligha, Lakovic 13, Richardson 5, Ivanov 25, De Vito, Dragovic, Morgillo, Cavaliero 9, Riccio, Hayes, Dean 19. All. Vitucci
Brindisi: Aminu 4, James 4, Todic 7, Bulleri 10, Morciano, Formenti, Dyson 29, Lewis 5, Zerini 2, Snaer 18, Leggio, Campbell 4. All. Bucchi
Arbitri: Sardella, Filippini, Calbucci.
Parziali: 18-22; 42-51 (24-29); 66-72 (24-21); 85-83 (19-11)

avellino-brindisi2

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento