alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto “Il Sindaco risponde”, la nuova rubrica di MercoglianoNews Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima”

Riparte Forza Italia in Irpinia, il senatore Sibilia: “Dopo 20 anni ricominciamo”

Pubblicato in data: 8/12/2013 alle ore:16:13 • Categoria: Politica, Forza ItaliaStampa Articolo

Forza Italia rinasce in IrpiniaSi è tenuta venerdì scorso alla Camera di Commercio di Avellino la “prima” di Forza Italia del nuovo corso, dopo la scissione nel Pdl con la nascita del Nuovo Centrodestra di Alfano.
Presente lo stato maggiore campano ad Avellino per rilanciare il partito creato da Silvio Berlusconi e aprire una nuova stagione. Con il senatore mercoglianese Cosimo Sibilia, c’è il coordinatore regionale Nitto Palma e l’assessore a Palazzo Santa Lucia Sergio Vetrella con l’ex ministro Gianfranco Rotondi.
Sibilia ha ricordato il suo impegno nel partito, sin dalle sue origini: è stato il primo a fondare in Irpinia, il 18 dicembre 1993, il primo club di Forza Italia. Oggi. “Con quello spirito – ha spiegato Sibilia – oggi vogliamo ricominciare, certi che Forza Italia resti uno dei maggiori partiti presenti sulla scena politica nazionale. A differenza di ieri, oggi è un partito radicato sul territorio, grazie all’adesione di tanti amministratori locali”. Poi, una stoccata agli assessori regionali che “fondano partiti”.
Il senatore iprino non ha dubbi sulla forza carismatica del leader «che resta Silvio Berlusconi». Ridimensiona i movimenti di assestamento che si registrano in tutti gli schieramenti politici e dà appuntamento alle urne. «Vedrete che quando si tratterà di scegliere e votare, alla fine rimarranno solo re forze politiche: Forza Italia, la Sinistra e Grillo».
Per l’ex ministro Rotondi non ha dubbi: «Berlusconi resta riferimento dei moderati e di quanti non hanno mai voluto consegnare il Paese alla Sinistra»

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento