alpadesa
  
Flash news:   M5S raccoglie firme a Mercogliano per l’installazione di centraline Oggi 24 gennaio si festeggia San Francesco di Sales patrono dei giornalisti Incidente sotto la galleria del Monte Pergola: due feriti Capocastello, approvato studio di fattibilità per la messa in sicurezza del borgo A Catania lupi sconfitti per 3-1 Vittoria in trasferta per la Scandone: battuta per 71-82 la Stella Azzurra Roma “Mercogliano Cardioprotetta”, lunedì la presentazione del progetto nell’aula consiliare Autovelox, psicosi tra gli automobilisti per le nuove postazioni lungo il Raccordo e ricorsi per quello della Variante Avellino: raggiunto l’accordo con il centrocampista Nicolas Izzillo Tutto pronto per la Candelora 2020

Scomparsa Gianluigi, due mesi di mistero e ancora nessuna svolta nelle indagini

Pubblicato in data: 18/12/2013 alle ore:07:31 • Categoria: CronacaStampa Articolo

gianluigi russo 1Due mesi di mistero per Gianluigi Russo. Sono esattamente 60 giorni di cui non si hanno più notizie del 25enne di Torelli di Mercogliano scomparso da casa dallo scorso 18 ottobre. Con il passare dei giorni affiorano nella memoria dei familiari nuovi elementi che farebbero pensare che Gianluigi non abbia potuto premeditare la sparizione. Martedì 15 ottobre, infatti, secondo quanto dichiarato dalla madre Anna Iandolo il giovane le avrebbe detto di aver rinnovato l’abbonamento in palestra optando per quello annuale spendendo 350 euro. Inoltre, poche settimane prima Gianluigi ha anche confermato l’iscrizione all’Università di Salerno dove frequentava la Facoltà di Ingegneria pur avendo tralasciato gli studi per dedicarsi al lavoro con il padre. Due nuovi elementi che aprirebbero un nuovo spiraglio per il suo ritrovamento in quanto, se avesse avuto cattive intenzioni probabilmente non avrebbe fatto progetti a lungo termine. Ma dall’altro lato avvalorerebbero la pista, da subito ipotizzata dalla madre, che cioè Gianluigi sia lontano da casa non per sua volontà. «La famiglia non è mai rimasta sola ad affrontare questa drammatica situazione – afferma il sindaco Massimiliano Carullo quotidianamente al fianco dei familiari – abbiamo battuto palmo a palmo ogni zona in cui è stato avvistato per avere la consapevolezza che in quei luoghi non c’è. Attendiamo gli esiti delle indagini». Dopo il ritrovamento della sua auto davanti al cancello dell’ex base Nato e le numerose segnalazioni a Mercogliano e tra Baronissi, Fisciano e il lungomare del capoluogo salernitano, Gigi sembra, infatti, essere svanito nel nulla. I miliari non escludono ancora nessuna pista nonostante le perizie in corso su pc, cellulare e documentazione cartacea prelevata dalla sua stanza. Solo l’auto è stata riconsegnata alla famiglia, purtroppo, senza nessun riscontro rilevante. Niente di utile nemmeno dalla visione dei video girati dalle telecamere di videosorveglianza della villa comunale salernitana dove più volte è stata segnalata la presenza di un giovane a lui molto somigliante poi smentita proprio da Assunta Ferraro, amica molto vicina alla famiglia Russo. Sempre più affranta dal dolore, amplificato dall’avvicinarsi delle festività natalizie, la mamma Anna: «Senza di te non ci sarà nessun presepe e nessun Bambinello. Il Natale sarà solo un altro giorno di attesa, di ansia e sofferenza come questi due mesi – dice rivolta al figlio -. Prego affinché torni a casa e possa finire questo incubo». Gianluigi è scomparso senza portare via né soldi, né documenti, né cellulare, con indosso un pantalone della tuta blu e una maglia rossa: «Non abbiamo elementi nuovi da cui partire per avviare nuove ricerche mirate – aggiunge il primo cittadino – ma rimane la consapevolezza che Gianluigi e vivo e che lo riporteremo a casa». Mentre i giorni passano non si fermano, infatti, le ricerche dei volontari quotidianamente vigili per cogliere ogni dettaglio o particolare che possa ricondurre sulle tracce del giovane. Purtroppo, nessun elemento utile è emerso nemmeno dopo i diversi appelli sulle reti televisive nazionali delle note trasmissioni «Chi l’ha visto?» e «I fatti vostri» che più volte si sono occupate del giovane descritto da tutti come un ragazzo riservato, con pochi amici, dedito alla famiglia, al lavoro e alla palestra.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento