alpadesa
  
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

Scomparsa Gianluigi, sulle sue tracce gli investigatori privati: “E’ vivo”

Pubblicato in data: 30/12/2013 alle ore:07:18 • Categoria: CronacaStampa Articolo

gianluigi russo 1Gianluigi è vivo e si troverebbe vicino casa: è quanto sarebbe emerso dalle indagini avviate dall’investigatore privato Sergio D’Amore chiamato dalla famiglia Russo per rintracciare il giovane scomparso da casa dallo scorso 18 ottobre. Dopo oltre due mesi dalla sparizione del ragazzo sembrerebbe, quindi, che stia per arrivare la svolta alle indagini. Ad avvalorare l’ipotesi che Gigi stia bene è lo studio in corso del criminologo e grafologo giudiziario Massimo Milone che sta visionando quaderni e altri documenti cartacei provenienti dalla stanza di Gianluigi: «Da conversazioni intercorse tra il dottor Milone, i genitori e la sorella del ragazzo – afferma D’Amore – abbiamo diversi elementi per pensare che Gianluigi sia vivo. Stiamo cercando di approfondire il suo contesto familiare e sociale per poter proseguire in una direzione mirata». L’istituto di investigazioni private «CIA» starebbe seguendo la pista dell’allontanamento del giovane a bordo di un’automobile in compagnia di un’altra persona, molto probabilmente un uomo. Il collegamento è alla segnalazione relativa alla domenica successiva alla sua scomparsa quando «è stata notata un’auto con a bordo due persone di cui una abbassata insolitamente in avanti come se volesse nascondersi – continua l’investigatore – le indagini proseguono in questa direzione convinti che il ragazzo sia vivo altrimenti sarebbe già stato trovato». Se la direzione delle ricerche dovesse rivelarsi esatta si avvalorerebbe così l’ipotesi iniziale avanzata dalla madre Anna Iandolo convinta fin dal primo momento che il giovane sia vivo e che non si sia allontanato per sua volontà e che sia, quindi, in compagnia di qualcuno che gli impedisce in qualche modo di comunicare con la famiglia e di tornare a casa. Una pista che troverebbe ulteriore riscontro dai rilievi effettuati a Montevergine proprio nel luogo in cui il ragazzo ha abbandonato la sua auto davanti al cancello chiuso dell’ex Base Nato americana. Da quel punto, infatti, i cani molecolari impiegati nelle ricerche si sono diretti tutti verso sud fermandosi al bivio precedente senza più muoversi proseguire. Di qui l’ipotesi degli inquirenti che il 25enne di Torelli di Mercogliano si sia salito a bordo di un’altra autovettura per poi allontanarsi. Al vaglio degli investigatori anche i pochi contatti Facebook del giovane e le amicizie a Benevento, città in cui si è diplomato all’Istituto Cattaneo, per tentare di recuperare ogni informazione utile a capire il motivo, ancora ignoto, che abbia potuto spingere Gianluigi ad arrivare fino a Montevergine, abbandonare l’auto e svanire nel nulla.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento