alpadesa
  
Flash news:   Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Rissa tra immigrati, paura e tensione a Mercogliano Atripalda Volley, visita e benedizione al Santuario di Montevergine. Donata una sciarpa al MAM e alla Pro loco Mercogliano Addio alla blogger, giornalista e insegnante Tina Galante Campo sportivo, Giacomo Dello Russo: “il nostro solo senso di responsabilità. Se il sindaco vuole altri chiarimenti li chieda al suo vice sindaco” Campo Sportivo, il sindaco risponde all’opposizione: “si ergono a protagonisti ma hanno donato a Mercogliano un campo in terra battuta, senza spalti e spogliatoi incompleti” Campo Sportivo, “Noi per Mercogliano” rivendica la paternità: “Finalmente finisce l’odissea. Merito delle procedure corrette dell’amministrazione Carullo” “Cosa ti aspetti?”, domenica al via la stagione dell’oratorio Don Bosco con i social games Campo Sportivo, la nota del gruppo “Noi per Mercogliano”: “La sentenza conferma il lavoro svolto dall’amministrazione Carullo”. Domani conferenza stampa alle 16

Candelora 2014 dedicata alle vittime dell’omofobia

Pubblicato in data: 23/1/2014 alle ore:14:11 • Categoria: CulturaStampa Articolo

candelora 2013La Candelora 2014 sarà dedicata alle vittime dell’omofobia.
Con l’appuntamento del prossimo 2 febbraio l’associazione “I Ken Onlus”, con la direzione artistica di Massimo Saveriano, darà vita ad una serie di iniziative. «Bisogna sensibilizzare l’opinione pubblica – afferma Saveriano – , deve passare il messaggio che la Candelora non è la festa dei gay ma la festa dell’amore, una festa universale che dedichiamo alle vittime dell’indifferenza, a chi diversamente da noi, non trova il coraggio di esprimersi e dichiarare la propria omosessualità».
Quest’anno ci sarà anche il sostegno del Comune di Avellino, come affermato dall’assessore alla cultura Nunzio Cignarella. «Siamo lieti di patrocinare questa iniziativa – afferma Cignarella- perché ha una solida valenza culturale, ricca di eventi e appuntamenti. È un fatto culturale in senso profondo, è infatti noto il legame tra il culto, la tradizione popolare e questa manifestazione. Inoltre l’amministrazione sottolinea così il suo forte impegno per il superamento di ogni discriminazione di genere».
«Vogliamo sensibilizzare –  dichiara l’assessore alle pari opportunità Vietri – sensibilizzare la città attraverso dibattiti ed incontri sulla tematica delle discriminazioni. Vogliamo dare vita ad uno sportello sociale, un punto di ascolto per tutte le persone che soffrono a casa di discriminazione».
Donata Ferrante, in rappresentanza dell’associazione “I Ken Onlus” sottolinea l’importanza della sinergia delle associazioni con l’amministrazione comunale di Avellino.
Si parte il 26 gennaio con “Aperitivo dei diritti” alle ore 19 presso l’associazione Salamandra ad Ospedaletto d’Alpinolo. Il 31 gennaio alle ore 19 presso il negozio di arredamento On Site ad Avellino la presentazione del libro “Diario di una vecchia checca” di Nino Spirlì che ne discuterà con Don Vitaliano Della Sala. Il 1 febbraio spettacolo “Tragico ammore” con Canio Loguercio e Alessandro D’Alessandro, concerto che parla di amore tra poesia e musica che andrà in scena alle ore 20.30 al Teatro 99 Posti di Mercogliano. Gran finale al Teatro Gesualdo con la proiezione di tre cortometraggi tra i migliori in concorso alla VI edizione del festival OMOVIES di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento