alpadesa
  
Flash news:   Schianto tra Porsche e Panda, feriti mamma e due bambini Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto Mister Eziolino Capuano si presenta: «Sogno la Serie B con i lupi» Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del Gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone

Candelora Day, il 2 febbraio alle porte: domenica attesi Luxuria e Marcello Colasurdo. Per la Rete Lgbt: “Impossibile raggiungere Santuario con mezzi pubblici”

Pubblicato in data: 29/1/2014 alle ore:17:51 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

candelora 2“Il 2 febbraio è alle porte e come ogni anno, da quando la funicolare è ferma, si accende la diatriba sulla gestione dell’ordine pubblico e dei trasporti in occasione della festa della Candelora a Montevergine. Un servizio pubblico inesistente, fanno sapere dalla Rete per la Candelora lgbt, in un territorio che a partire dalla chiusura della tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta è stato perennemente sotto attacco e che continuamente si trova a dover fronteggiare il problema dei tagli al trasporto su gomma“. E’ quanto afferma attraverso una nota la Rete per la Candelora Igbt.

Il servizio sostitutivo concertato da forze dell’ordine e amministratori locali non supplisce affatto alla mancanza della funicolare e, anzi, il rischio è che in tanti si troveranno di fatto impossibilitati a raggiungere il Santuario per la Candelora. Sfidiamo l’assessore ai trasporti Sergio Vetrella a raggiungere Montevergine con i mezzi pubblici, partendo da Napoli, la mattina del 2, arrivando ad Avellino, raggiungendo quindi Ospedaletto d’Alpinolo, dov’è stato predisposto (solo in caso di necessità e a partire dal momento in cui il piazzale antistante il Santuario non potrà più ospitare mezzi privati) un servizio navetta sostitutivo che raggiungerà Montevergine. Peccato che il 2 quest’anno cade di domenica e nei giorni festivi è praticamente impossibile raggiungere Ospedaletto con i mezzi pubblici. Tale situazione, determinata dei continui tagli a cui sono sottoposti i trasporti pubblici in Irpinia, si sarebbe potuta facilmente evitare se tra le linee guida per la gestione dell’ordine pubblico si fosse tenuto conto della necessità di supplire al servizio in modo più attento alle esigenze dei cittadini.

candelora colasurdo 2012Non possiamo fare a meno di chiederci come mai tale servizio sostitutivo sia stato predisposto da Ospedaletto e non da Avellino, garantendo in questo modo il trasporto solo lungo metà della tratta percorsa dalla funicolare e nonostante la disponibilità dell’Air a far partire i bus navetta da Mercogliano. Sono questi i presupposti a partire dai quali si vuole ridare vita ad un’opera come la funicolare, tanto importante per lo sviluppo economico e turistico del territorio? Non sarebbe stato più saggio predisporre il servizio sostitutivo da Mercogliano senza costringere i cittadini a raggiungere con mezzi privati il comune di Ospedaletto?

Il 2 febbraio proveremo a salire a Montevergine insieme a Marcello Colasurdo, alla paranza di Ciccillo, a quella de O’ Lione , insieme a Vladimir, Loredana, Gina, Laura, Daniela, Anita e a tutte le amiche e gli amici di Atn e di Arcigay. Cercheremo di raggiungere Montevergine per portare a Mamma Schiavona le nostre preghiere, anche quelle che, in realtà, non andrebbero rivolte a Lei, ma alle autorità preposte. Preghiere che dovrebbero essere già diritti, come il diritto alla mobilità, ad un trasporto pubblico garantito almeno nei servizi minimi. È per questo che –conclude la nota– nel rinnovare l’invito all’assessore Vetrella a raggiungere il Santuario con i mezzi pubblici domenica 2 febbraio, annunciamo la nostra presenza affianco dell’associazione InLocomotivi che il 2 marzo, esattamente un mese dopo la Candelora, sarà promotrice anche in Irpinia della giornata delle ferrovie dimenticate“.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento