alpadesa
  
Flash news:   Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Eccellenze di Mercogliano alla ribalta nazionale Calcio, sconfitta esterna per il Mercogliano Pari a reti bianche nel derby con la Cavese. Capuano: «Dovevamo vincerla» Non bastano i rinforzi, Scandone sconfitta ancora a Corato Vittorio Sgarbi stamattina in visita al Santuario di Montevergine. FOTO Laurea con lode di Francesca Bellizzi, auguri Us Avellino: Carlo Musa sollevato dall’incarico Domani pomeriggio Mercogliano ospita il Carnevale Princeps Irpino L’ala piccola Lorenzo De Blasi si aggrega alla prima squadra della Scandone Avellino

Uno striscione allo stadio Partenio: “Salviamo la funicolare di Mercogliano”

Pubblicato in data: 30/1/2014 alle ore:15:28 • Categoria: Avellino calcioStampa Articolo

funicolareMobilitazione dell’As Avellino Calcio per salvare la funicolare di Montevergine.
I giocatori biancoverdi prima della gara con il Latina di domani sera al Partenio-Lombardi, entreranno sul terreno di gioco con lo striscione «A.S. Avellino 1912 per la funicolare di Mercogliano».
Il presidente della Lega di serie B, Andrea Abbodi, ha autorizzato i calciatori irpini a portare uno striscione di sei metri di lunghezza, con la frase scritta a caratteri verdi sul fondo bianco. L’idea è nata lo scorso 16 gennaio, dopo la visita della squadra al Santuario di Montevergine. Durante l’incontro con il sindaco di Mercogliano, Massimiliano Carullo, avvenuto in Comune, il presidente Walter Taccone, con i giocatori e lo staff tecnico, hanno firmato la petizione per la riapertura della funicolare, chiusa da due anni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento