alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, la regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto “Il Sindaco risponde”, la nuova rubrica di MercoglianoNews Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima” Torelli, spari contro un auto: ferito un giovane. Indaga la Polizia

Allarme suicidi, Dello Russo: “Fenomeno preoccupante e drammatico, bisogna aprirsi di più”

Pubblicato in data: 20/8/2014 alle ore:16:16 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

dello russoIn irpinia scatta l’allarme suicidi. Dall’inizio dell’anno siamo già arrivati 28° gesto disperato. E solo a Mercogliano è il 3°. Secondo il delegato alle politiche sociali Giacomo Dello Russo questa escalation è davvero preoccupante e fa appello al prefetto per prendere in mano la situazione: “Questa è una situazione preoccupante, drammatica. Anche la cgil si è attivata in merito e ha sollecitato il prefetto affinchè prenda in mano la situazione perchè la nostra provincia è quella più colpito per quanto riguarda i suicidi. Occorrerebbe un osservatorio unico per dare supporto anche psicologico a queste famiglie che sono colpite e anche le persone che hanno queste fragilità. Questo fenomeno sta aumentando in modo sempre più preoccupante. E’ necessario che si abbia una regia unica provinciale e solo il prefetto potrebbe fare una cosa del genere convocando gli operatori sociali, le istituzioni, i sindacati e cercare di dare qualche segnale, una risposta. In referimento all’ultimo episodio che ha fatto trovare Mercogliano sotto choc Dello Russo commenta: Questo a Mercogliano in quest’anno è già il terzo episodio che si verifica, la città è sotto choc anche perchè sono situazione che non riesci a fronteggiare come uno vorrebbe. Sono situazioni di malessere personale e familiare. E’ importante che si crei una rete familiare con più ascolto e vicinanza. Bisogna ascoltare e aprirsi queste persone che sono più fragili, che si isolano non vedendo una prospettiva e una speranza. Bisogna che ci sia qualcuno che li spinga e li sproni ad aprirsi e a confidarsi con gli altri”. Infatti ieri anche Don Angelo Picariello aveva lanciato durante l’omelia l’importanza di aprirsi agli altri e confidarsi appoggiandoci a familiari e amici soprattutto. “Di concreto e di imminente – commenta il delegato alle politiche sociali –  è importante dare subito un supporto psicologico attraverso  sociologi e psicologi che i comuni già dispongono. Noi come comune capofila del piano di zona, abbiamo già tutti i servizi attivati e abbiamo un monitoraggio della situazione. Ovviamente questo non basta perchè il problema occupazionale, il problema della crisi economica che stiamo vivendo fa la differenza sul resto. E’ importante avere un’azione più ad ampio raggio per cercare di individuare possibile soluzioni. Bisogna comunque trovare delle risposte unitarie perchè è un fenomeno che un singolo comune non riesce ad affrontare”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Qua mancano le strutture e quelle poche che ci sono funzionano male: ci sono carenze di vario tipo

Lascia un tuo commento