alpadesa
  
sabato 16 novembre 2019
Flash news:   Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza

Continua l’opera di riqualificazione del verde, al fianco del comune anche gli LSU della provincia. L’assessore Di Nardo: “Rispondiamo con i fatti”. Foto

Pubblicato in data: 1/8/2014 alle ore:16:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

villa ammiraglio 5“Noi rispondiamo con i fatti, la pulizia di quell’area di Parco delle Magnolie era già programmata, non avremmo mai potuto lasciare cosi quell’area, se ci avessero chiamato avrebbero saputo che già era in programma”. – questo il commento dell’assessore al verde pubblico Stefania Di Nardo sulla questione riguardante la ripulizia del verde di Parco delle Magnolie con l’opposizione che ha protocollato la segnalazione due giorni fa in comune. Intanto continua la riqualificazione del verde su tutto il territorio del comune di Mercogliano. Da ieri infatti è iniziata da ripulita della villa in via Ammiraglio Bianco, a due passi dal piazzale della funicolare. La villa era davvero in condizioni pessime come testimoniano le fotografie. Nell’area verde c’erano rifiuti di ogni genere: lattine, bottiglie di vetro di birra, bottiglie di plastica, recipienti di patatine e addirittura gli lsu del comune hanno siringhe nell’erba. Anche le panchine in marmo sono risultate divelte con i marmi dispersi all’interno dell’area verde. Dell’opera di ripulizia si sono occupati gli lsu del comune di Mercogliano, mentre  gli uomini della Comunità Montana si sono occupati di mettere la staccionata come fatto nella villa comunale di Torelli. Magari che la riqualificazione dell’area verde, sia di buon auspicio per la riapertura della funicolare su cui si aspettano notizie dalla regione. “La ripulizia di questa villa era anch’essa nel programma che ci siamo dati – afferma l’assessore –  qui stanno operando i lavoratori socialmente utili, che non abbiamo in quantità esagerate e a loro si aggiungono quelli della comunità montana che hanno risposto alla nostra chiamata”. Ma non si ferma qui l’opera di riqualificazione al verde. Infatti questa mattina sono stati ripuliti i marciapiedi lungo la strada che conduce al cineplex e la rotonda nei pressi dei monaci benedettini. La strada come ci ha spiegato l’assessore è di pertinenza della provincia e quindi i comuni non potrebbero intervenire ma grazie ad una delibera della giunta provinciale è stato possibile effettuare l’intervento grazie ad un accordo con cui a partecipare alla pulizia sono state due lavoratori lsu della provincia e due del comune di Mercogliano. E sempre stamattina in azione nella parte della montagna sono stati impegnati i lavoratori della comunità montana che con i propri mezzi hanno ripulito le strade che portano da capocastello ad Acquafidia. E ricordiamo che i dipendenti della comunità montana sono mesi che non percepiscono lo stipendio. villa ammiraglio villa ammiraglio 2 villa ammiraglio 3 villa ammiraglio 4 cineplex operai cineplex operai 2 cineplex operai 3 pulizia capocastello pulizia capocastello 2

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento