alpadesa
  
Flash news:   Traforo del Partenio, nasce oggi il Comitato per il No Bertolo è un nuovo giocatore dell’Us Avellino “Operazione Risorgimento Digitale”, il Comune di Mercogliano scelto per un progetto di educazione nell’utilizzo degli strumenti informatici Raccolta e smaltimento oli e indumenti usati, pubblicati due avvisi sul sito del Comune di Mercogliano La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Una fiaccolata per Antonio Dello Russo. Il fratello Giliberto: “chiediamo verità” Messa e fiaccolata in ricordo di Antonio Dello Russo questo pomeriggio a Mercogliano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno Niente mercato ad Avellino, ambulanti in piazza contro l’Amministrazione Festa Chiuse le indagini per l’aggressione all’assessore Giacobbe

Scandalo Funicolare, al danno la beffa: la usano solo i ladri per rubarci il rame. Per la riapertura serve invece un miracolo. Fotoservizio

Pubblicato in data: 9/8/2014 alle ore:18:51 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

5DLP0789-2Ci vorrebbe un miracolo di Mamma Schiavona per far partire la funicolare. Mentre si aspetta la sua riapertura, che si fa attendere da troppo tempo ormai, nella notte trafugati i cavi di rame dell’impianto che conduce in cima al Monte Partenio. La scoperta è stata fatta dalla redazione di Mercogliano News.
La Funicolare sembra finita nel dimenticatoio di tutti ma non dei ladri. Infatti i cavi  situati lungo il tragitto che porta in cima al Santuario sono stati trafugati.  Sono oltre due anni che si parla di una sua possibile riapertura, discutendo su come reperire i fondi necessari alla messa in sicurezza. Nell’indifferenza più assoluta scorre via un’altra estate e l’impianto, considerato il più veloce d’Europa che in soli sette minuti trasportava i pellegrini, provenienti da ogni parte della Campania e del Sud Italia, resta al palo. Sul sito web dell’azienda trasporti Air nella homepage appare la scritta “servizio funicolare sospeso” e l’avviso è datato 9 ottobre 2012. Nonostante le tante promesse d’impegno niente si è mosso ancora.
Di recente l’Air ha istituito anche un servizio navetta che però non può rappresentare l’alternativa giusta visto che sono milioni i pellegrini che si recano a Montevergine in questo periodo dell’anno. La somma che serve per far ripartire la funicolare è di un milione e trecentomila euro. La Regione a più riprese ha annunciato di aver recepito i fondi  nel Piano di azione e coesione 2007- 2013. C’è stato anche un tavolo tecnico lo scorso anno per discutere sulla gestione dell’impianto dato che i fondi regionali avrebbero consentito solo di rimettere in moto l’impianto ma sarebbe servito l’aiuto dei privati per la sua gestione. Ad ora nessuna evoluzione intorno alla questione nonostante l’enorme potenzialità di sviluppo che l’impianto di trasporto avrebbe in se’. Silenzio assordante ha avvolto l’intera vicenda nonostante l’estate sia arrivata e tantissimi pellegrini si recano in questo particolare periodo dell’anno da mamma Schiavona. Anche la zona di Campo Maggiore versa in situazioni pessime, è qui si potrebbe aprire un altro capitolo.
Ancora una volta stiamo parlando di turismo calpestato e sviluppo mancato. E mentre il tempo passa c’è chi nella funicolare ha trovato un modo per guadagnarci: sono i ladri di rame che hanno trafugato i cavi posti lungo il tragitto. Una scoperta che brucia che balza all’occhio dagli scatti fotografici effettuati sul posto. Confrontando le foto con quelle del sito dell’Air appare evidente la sparizione di diversi fili di rame. I cavi di rame sul mercato nero fruttano migliaia di euro. Altri costi che si andranno ad aggiungere alla spesa preventivata per rilanciare la struttura.
E così per la riapertura della funicolare bisogna ancora attendere, anzi a questo punto servirebbe la mano di mamma Schiavona per un vero e proprio miracolo. 18082012-108 5DLP0788-3 5DLP0771-2 5DLP0790-2 5DLP0792-4

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento