alpadesa
  
Flash news:   Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza Controlli e sequestri dei Carabinieri Forestali di Avellino in supermercati di Atripalda e Mercogliano Coppa Italia, vittoria in rimonta con la Cavese. Foto Maltempo, chiusi parchi pubblici e cimitero a Mercogliano Allerta meteo arancione, oggi scuole chiuse a Mercogliano

Prima Camminata Rosa, in mille al fianco delle A.M.D.O.S. irpine per prevenire il tumore al seno. Fotoservizio e Video

Pubblicato in data: 21/9/2014 alle ore:17:56 • Categoria: Attualità, Video intervisteStampa Articolo

amdos 6Grande successo per la prima “Camminata Rosa” organizzata dalle A.M.D.O.S. irpine e dedicata alla prima presidentessa Carla Mannese. L’associazione delle donne operata al seno di Mercogliano, Avellino, Solofra, Montoro, Forino, Serino e Alta Irpinia ha organizzato questo evento per sensibilizzare la prevenzione al tumore al seno e la risposta è stata veramente importante non solo da parte delle donne ma anche dagli uomini.
La carovana rosa, dopo il taglio del nastro in Viale San Modestino a Mercogliano, è passata per l’Abbazia del Loreto continuando per contrada Serroni  e via Ammaturo per giungere quindi ad Avellino in Viale Italia, dove c’è stato un punto di ristoro vicino alla caserma Belardi. Poi il lungo corteo ha ripreso il cammino percorrendo il cuore della città capoluogo: corso Vittorio Emanuele, Piazza Libertà e via Nappi per giungere al Duomo dove è stata celebrata la Messa dal vescovo di Avellino Monsignor Francesco Marino.
Al termine grande spettacolo con il lancio di palloncini rosa in cielo.
Al fianco delle A.M.D.O.S. irpine le associazione di volontariato che operano sul territorio come l’Oratorio Don Boco, la Pro Loco Mercogliano, la Misericordia del Partenio, la Pro Civis di Montoro, la Protezione Civile di Forino e altre associazioni.
Sensibili all’iniziativa le istituzioni con rappresentati le amministrazioni comunali di Avellino e Mercogliano con i rispettivi sindaci Foti e Carullo.
A curare la viabilità la Polizia Municipale di Avellino e quella di Mercogliano. Al corteo non sono mancate le autorità militari di polizia e carabinieri.
Il taglio del nastro è stato affidato al dottor Carlo Iannace da sempre sensibile a questo fenomeno, un chirurgo molto apprezzato che opera in questo settore. Al suo fianco il manager della Città Ospedaliera Moscati di Avellino Giuseppe Rosato. Tante le persone che hanno affollato le strade. Il corteo è stato condotto dalle varie responsabili delle A.M.D.O.S. Balli canti e tanti sorrisi per tutte le donne presenti che hanno voluto lanciare il messaggio che per sconfiggere il cancro il primo passo è fare prevenzione. Un’iniziativa che ha avuto come scopo principale quello di sensibilizzare la comunità irpina ad una corretta informazione sulla prevenzione del tumore al seno e a sostenere la raccolta di firme delle Amdos, finalizzata all’ottenimento di una seconda apparecchiatura per la radioterapia all’interno dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino.

amdos 24 amdos 23 amdos 22 amdos 21 amdos 20 amdos 19 amdos 18 amdos 17 amdos 16 amdos 15 amdos 14 amdos 13 amdos 12 amdos 11 amdos 10 amdos 9 amdos 8 amdos 7amdos 5 amdos 4 amdos 3 amdos 2

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento