alpadesa
  
Flash news:   Spari contro auto di giovani a Mercogliano, sequestrata la vettura: Polizia a caccia di due sospetti Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto “Il Sindaco risponde”, la nuova rubrica di MercoglianoNews

Andrea Massaro oggi presenta il suo nuovo libro

Pubblicato in data: 7/10/2014 alle ore:14:59 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Abbazia del LoretoMartedì prossimo (7 ottobre 2014) alle ore 16,00, presso l’Auditorium della Biblioteca Statale di Loreto di Mercogliano, sarà presentato il nuovo lavoro di Andrea Massaro, dal titolo: FILOMENA PENNACCHIO – LA BRINGANTESSA RITROVATA, delle edizioni “Il Papavero”. Introdurrà Padre Andrea David Cardin, direttore della Biblioteca Statale di Montevergine. La presentazione è affidata all’editore Donatella De Bartolomeis. Modera il dibattito Bianca Corcione, funzionario bibliotecario. Interviene l’autore. Successivamente, alle ore 18,00, nel Salone degli Arazzi, seguirà il “Concerto per Ottobre, piovono libri” organizzato dall’Associazione Stravinsky.
Il libro racconta la figura e le gesta della brigantessa irpina Filomena Pennacchio, da S. Sossio Baronia, l’intrepida donna che nel 1861-64 partecipò con estrema audacia nelle agguerrite bande dei briganti di questa terra. La Pennacchio si è meritata, anche recentemente, l’attenzione di molti scrittori, storici, romanzieri e giornalisti che hanno raccontato le sue imprese fino al suo arresto, avvenuto a Potenza nel 1864. Condannata a 20 anni di lavori forzati, poi ridotti a sette dal Tribunale Militare di Avellino, i molti studiosi che hanno trattato la sua figura hanno affermato che dal giorno della condanna la brigantessa è scomparsa nel buio della storia, da dove era venuta. L’autore, non nuovo a ricerche storiche, invece, l’ha rintracciata molto lontana dalla sua terra, nella capitale del nuovo Regno d’Italia, Torino, protagonista di una nuova vita che ha riservato molti colpi di scena, inimmaginabili e impensabili per una povera analfabeta d’Irpinia dell’Ottocento. Il volume riporta la presentazione del giornalista Generoso Picone, Responsabile della Redazione di Avellino de “Il Mattino”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento