alpadesa
  
Flash news:   La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Denunciato titolare di un’impresa edile di Mercogliano ritenuto responsabile di Gestione illecita di rifiuti provenienti da demolizioni e costruzioni

Un sms per denunciare il bullismo: iniziativa della Questura

Pubblicato in data: 26/10/2014 alle ore:11:04 • Categoria: CronacaStampa Articolo

questura-avellino1Grazie ad un sms gratuito al numero 43002, sarà più semplice denunciare casi di bullismo e spaccio di droga nelle scuole. Si tratta dell’ultima iniziativa della Questura di Avellino che, rispondendo alle direttive del Ministero degli Interni, sta mettendo in campo ogni azione utile tesa al contrasto dei due fenomeni che tante ripercussioni negative causano specie sui minori. Il numero sarà attivo da lunedì. Ovviamente, per essere più incisiva, la Polizia di Stato chiede un contributo attivo da parte dei cittadini. A chiunque segnalerà situazioni di disagio e casi di cui è venuto a conoscenza sarà garantito l’anonimato, mentre le informazioni che fornirà saranno canalizzate in maniera da avviare subito indagini e interventi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento