alpadesa
  
Flash news:   Spari contro auto di giovani a Mercogliano, sequestrata la vettura: Polizia a caccia di due sospetti Coronavirus, nuovo caso a Mercogliano: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Pentecoste, il 31 maggio Messa di ringraziamento per l’emergenza Coronavirus a Montevergine: invitati cittadini e famiglie colpiti dal virus Montervergine, riaperto ieri il Museo Abbaziale: intervista al direttore Don Giovanni Maria Gargiulo Funicolare, da domenica prossima riprendono le corse verso il Santuario Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto “Il Sindaco risponde”, la nuova rubrica di MercoglianoNews

Uomo gambizzato a contrada Quattrograna, trovato arsenale in abitazione di Mercogliano: 34 enne denunciato

Pubblicato in data: 10/10/2014 alle ore:14:29 • Categoria: CronacaStampa Articolo

munizioniiÈ un trentaquattrenne incensurato l’uomo denunciato la decorsa notte al termine di un’operazione condotta congiuntamente dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino e della Stazione di Mercogliano, scaturita nell’ambito delle frenetiche attività di indagine in atto a seguito dell’episodio di sangue verificatosi in Contrada Quattrograna e coordinate dal Comando Provinciale irpino. I militari, infatti, hanno scoperto una vera e propria riserva di munizioni – costituita da circa un migliaio di cartucce per pistole e fucili automatici di grosso calibro in perfetto stato di conservazione e pronte per essere utilizzate – sapientemente occultata all’interno di un vano ubicato nel garage dell’abitazione dell’uomo. L’uomo non era in grado, o forse non aveva intenzione, di riferire nulla circa la provenienza dell’ingente quantitativo di munizionamento da lui detenuto, né tantomeno riusciva a giustificarne il possesso: i Carabinieri, quindi, decidevano di accompagnarlo presso lo stabile della Caserma Litto per tutti gli accertamenti di rito, le cui risultanze consentivano di deferirlo in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino. Al piccolo arsenale, intanto, venivano apposti i sigilli del sequestro. Nel frattempo le indagini dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino tese ad identificare gli autori della sparatoria di mercoledì sera continuano incessanti, a trecentosessanta gradi, e non si escludono a breve ulteriori sviluppi.

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento