alpadesa
  
Flash news:   Mercogliano, in corso verifiche dell’Alto Calore sulla qualità dell’acqua: vietato l’uso potabile dalle fontane pubbliche Regione Campania, De Luca nomina i nuovi assessori: resta fuori l’Irpinia Scuole, domani il via l’anno scolastico a Mercogliano. Il messaggio del sindaco D’Alessio: “Impegnamoci insieme a ritornare a quella normalità che tanto ci è mancata in questi mesi” Ad Atripalda open day di prevenzione con la sinergia tra Amdos Mercogliano e il team di Antonella Marcone Maltempo, sospesa la prima gara di campionato fra Avellino e Turris Maltempo, il sindaco D’Alessio esprime solidarietà ai comuni colpiti dalle violenti piogge Scuole, il sindaco predispone la chiusura per domani a causa dell’allerta meteo. Slitta la riapertura Riapertura scuole a Mercogliano, la nota della delegata Barbara Evangelista Mercogliano, lavoro di squadra per fronteggiare i danni del maltempo. Foto Riapertura delle scuole in tempo di Covid, il messaggio del vescovo Aiello: “ la paura non può ritardare il desiderato primo campanello”

Stacca lobo ad un coetaneo con un morso: 18enne in manette di Mercogliano

Pubblicato in data: 24/12/2014 alle ore:10:04 • Categoria: CronacaStampa Articolo

CarabinieriNella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Avellino, congiuntamente ed in piena sinergia con quelli della Stazione di Mercogliano, hanno tratto in arresto un 18enne resosi responsabile dei reati di tentata rapina e lesioni gravi commessi in danno di un coetaneo. I due giovanissimi, entrambi originari della provincia irpina e risultati conoscenti da alcuni mesi, nella serata di ieri si trovavano a bordo di un mezzo pubblico di trasporto urbano che viaggiava in del capoluogo quando, per motivi ancora in fase di accertamento da parte degli investigatori dell’Arma ma verosimilmente futili, si sono trovati a fronteggiarsi. Quella che poteva apparentemente sembrare una banale lite tra teenagers è degenerata allorquando uno dei due ha ripetutamente tentato di impossessarsi del telefono cellulare del compagno e, in risposta alle resistenze opposte dall’amico, lo ha aggredito fisicamente.
La zuffa non è passata inosservata agli occhi del conducente del mezzo che, arrestatane la corsa, ha tentato di separare i contendenti nel frattempo scesi in strada ma, proprio quando la situazione sembrava risolversi ed il giovane aggredito stava risalendo sull’autobus, l’altro lo ha afferrato nuovamente trascinandolo a sé e gli ha sferrato un morso ad un orecchio provocandogli la parziale amputazione del lobo auricolare per poi darsi alla fuga a piedi.
Fortunatamente per il giovane malcapitato l’autista, prima di intervenire, aveva dato l’allarme chiamando il 112 del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, consentendo così il tempestivo intervento di due gazzelle. Giunti sul posto, i militari hanno acquisito subito gli elementi necessari alla ricostruzione della vicenda e, senza soluzione di continuità, hanno ricercato l’aggressore che veniva così tratto in arresto per tentata rapina e lesioni aggravate dall’aver provocato nella vittima lo sfregio permanente del viso.
Una volta espletate le operazioni di rito presso il Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, il 18enne è stato associato in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione della Procura della Repubblica di Avellino diretta dal Procuratore Dr. Rosario Cantelmo. Nella mattinata odierna il giovane è comparso dinnanzi al Tribunale del capoluogo irpino per essere giudicato con rito direttissimo all’esito del quale il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha disposto l’applicazione a suo carico della misura cautelare degli arresti domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento