alpadesa
  
Flash news:   Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Decoro urbano e animali d’affezione, Graziano (M5S): “Bene la risposta del sindaco alla nostra richiesta di intervento“ Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Mercogliano si colora di arancione: da oggi partono le iniziative di sensibilizzazione Non mandano la figlia a scuola: genitori denunciati dai Carabinieri di Mercogliano La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, intervento dei Vigili del Fuoco lungo il viale di San Modestino. Foto Tentata truffa ad un’anziana di Mercogliano, indagini in corso dei Carabinieri Sabato su Rai Tre il segreto di Montevergine che salvò la Sacra Sindone Nasce il sito web made in Mercogliano dedicato al mondo del wedding in Campania

Immigrati sotto la pioggia e infreddoliti accolti dalle suore benedettine, Don Vitaliano: “Bisogna creare una rete di volontariato puro”

Pubblicato in data: 24/1/2015 alle ore:14:25 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

istituto suore benedettineE’ successo qualche sera fa a Mercogliano: immigrati infreddoliti e sotto la pioggia non sapendo dove andare hanno bussato alle suore benedettine e sono stati accolti e messi al riparo. Questo il retroscena rivelato dal parroco di Capocastello Don Vitaliano Della Sala questa mattina nella sede provinciale della CGIL durante la presentezione di un dossier che testimonia come vivono gli immigrati che vivono in provincia di Avellino e più specificatamente a Venticano, Flumeri e Teora. Il parroco mercoglianese è al fianco del sindacato per il rispetto dei diritti dei rifugiati: “Due sere fa a Mercogliano le monache benedettine hanno accolto circa 11 ragazzi che infreddoliti e sotto la pioggia, non sapendo dove andare, hanno bussato alla loro porta. Uno di loro si è sentito male, abbiamo chiamato il 118 e, avvertita la responsabile della cooperativa che li ospitava, la risposta è stata “occupatevene voi, noi non sapremmo come fare”. Poi Don Vitaliano lancia un monito a chi si occupa dell’accoglienza: “Questa è la verità: se non hanno esperienza nel settore, devono farsi da parte a favore di una rete di volontariato puro che, anche attraverso le tante strutture inutilizzate della Chiesa, possa farli sentire a casa, fornendo loro tutto il necessario”.  Il parroco barricadero poi sfata il mito dei 40 euro che riceverebbero gli immigrati: “bisogna sfatare il mito che questi migranti ricevono 40 euro al giorno. E’ falso, quella cifra arriva nelle tasche di italiani che gestiscono l’accoglienza, che fittano le strutture dove vengono ospitati. Anche il pocket money da 2,50 euro al giorno, quando viene erogato, viene speso in negozi italiani. Dovremmo chiederci se queste cooperative sono capaci o meno”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di MercoglianoNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Mi piacerebbe che quest’articolo ,fosse conosciuto da tutti e, che fosse soprattutto chiaro a tutte quelle persone che stanno facendo una campagna contro gli immigrati che sono visti,come coloro che vengono a prendersi il lavoro a chiedere soldi ma soprattutto, come coloro che percepiscono_ personalmente_40euro a dispetto dei cittadini che sono invece disoccupati,senza assistenza sanitaria e quant’altro

Lascia un tuo commento